1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

DISTRETTO SOCIOSANITARIO POMEZIA ARDEA

AVVISO DI ISTRUTTORIA PUBBLICA FINALIZZATA ALL'INDIVIDUAZIONE DI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE DISPONIBILI ALLA CO-PROGETTAZIONE E SPERIMENTAZIONE DI INTERVENTI INNOVATIVI AFFERENTI ALL'AREA "CONTRASTO ALLA POVERTÀ" - INTERVENTO DENOMINATO “SERVIZIO DI MEDIAZIONE CULTUTRALE”

 

Il contesto socio-territoriale del Distretto RM 6.4, Comuni di Pomezia e Ardea, all'interno della Provincia di Roma, è un'area ad alta densità migratoria oltreché uno dei territori a più alto tasso migratorio: Pomezia ha un totale di 8.898 residenti di origine straniera (4450 uomini e 4448 donne) su una popolazione di 65.716 residenti e Ardea ha un totale di 7507 stranieri residenti (3937 maschi e 3571 femmine) su una popolazione di 50.966 abitanti.
Gli stranieri provengono in prevalenza dall'est Europa, dal nord Africa e dall'Asia. La forte incidenza sulla popolazione immigrata è data dalla presenza di minori stranieri che pone le istituzioni e la scuola in particolare di fronte alla necessità di attivare percorsi di inclusione e integrazione sociale. La crescente complessità demografica porta all’attenzione della comunità nuove esigenze e fabbisogni specifici che rischiano di non trovare una risposta nelle strutture ordinarie. Dalla rilevazione del bisogno effettuata sul distretto emerge la necessità di creare un punto unico di accesso dedicato alla popolazione straniera e l’attivazione di interventi di mediazione nelle scuole e di affiancamento ai servizi sociali professionali dei due Comuni, ai Punti di Accesso Asl - PUA, al Pronto Intervento Sociale, che si trovano spesso ad intervenire su nuclei vulnerabili e multiproblematici stranieri ove sono presenti anche minori.

I beneficiari degli interventi sono i nuclei a rischio povertà beneficiari del Reddito di Cittadinanza, in carico ai Case Manager e alle Equipe Multidisciplinare (EM) espressamente dedicati alla Misura di Contrasto alla Povertà. Il presente progetto prevede l’attivazione del Servizio di Mediazione culturale – LEP 2.5, richiamato nelle Linee Guida sull’utilizzo della Quota Servizi Povertà 2018 e 2019, previsto tra gli interventi essenziali nella costruzione dei Patti di inclusione sociale a favore dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza. I nuclei, segnalati all’ufficio di Piano dell’Ambito territoriale RM 6.4, Comuni di Pomezia-Ardea, tramite Piattaforma GePI sono in carico ai Case Manager RDC.

Il Servizio di Mediazione culturale ha lo scopo di agevolare la comunicazione fra beneficiario del Reddito di Cittadinanza e gli operatori sociali, al fine di garantire una maggior comprensione da entrambe le parti, per migliorare la qualità degli interventi offerti e facilitare il processo di inclusione. Inoltre si pone l’obiettivo di creare una rete di aiuto e sostegno nelle comunicazioni tra le istituzioni scolastiche e il Case Manager che ha in carico il nucleo RDC e i minori che ne fanno parte.

 
 

DESTINATARI DEL PROGETTO
L’azione sarà multidimensionale e coinvolgerà diversi enti/gruppi:
- Comune di Pomezia, Comune di Ardea e altre istituzioni rappresentative che gestiscono il rapporto con gli immigrati sul territorio di riferimento (servizi sociosanitari PUA e ASL RM 6.4).
- Famiglie, studenti, cittadini stranieri ed italiani residenti a Pomezia e ad Ardea beneficiari del Reddito di Cittadinanza RDC.
- Associazioni/organizzazioni del terzo settore impegnate attivamente in progetti sull’intercultura e l’integrazione degli immigrati.
- Contesto Scuola (insegnanti, studenti, famiglie, bambini e adolescenti residenti a Pomezia e Ardea).

ATTIVITÀ
Il Progetto prevede attività di sostegno ai beneficiari RDC quali:
1) Sportello di ascolto, accoglienza, orientamento e consulenza ai migranti con apertura di due ore un giorno a settimana nel Comune di Ardea e un giorno a settimana nel Comune di Pomezia nelle sedi messe a disposizione da parte dei Comuni: lo sportello sarà gestito da un'equipe di operatori e mediatori sociali che, quindi, svolgeranno un lavoro di orientamento e accompagnamento sul territorio a sostegno dei cittadini stranieri all’interno della rete dei servizi presenti.
2) Collaborazione a chiamata nelle scuole e nei servizi sociosanitari PUA e PIS al fine di facilitare la comunicazione con la popolazione immigrata e facilitare gli interventi di aiuto e sostegno messi in atto dai servizi.

Modalità di presentazione della manifestazione di interesse

Le istanze dovranno pervenire, secondo le modalità di seguito descritte, entro e non oltre le ore 12:00 del 9 settembre 2021 pena l’esclusione.

Le proposte progettuali dovranno pervenire all’Ufficio di Piano del distretto RM 6.4 c/o il Settore Servizi Sociali del Comune di Pomezia, nelle seguenti modalità:
- mezzo pec: protocollo@pec.comune.pomezia.rm.it con invio da una casella di posta elettronica certificata e recante nell’oggetto la seguente dicitura: “ISTRUTTORIA PUBBLICA FINALIZZATA ALL'INDIVIDUAZIONE DI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE DISPONIBILI ALLA COPROGETTAZIONE E SPERIMENTAZIONE DI INTERVENTI INNOVATIVI AFFERENTI ALL'AREA "CONTRASTO ALLA POVERTÀ" - INTERVENTO DENOMINATO “SERVIZIO DI MEDIAZIONE CULTUTRALE” - LEPS 2.5 - QUOTA SERVIZI FONDO POVERTÀ 2019 - CIG ZF03285BAC/CUP G31H19000050001.”
- in busta chiusaconsegnata presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Pomezia in Piazza Indipendenza n. 8, nei giorni ed orari di apertura e recante nell’oggetto la medesima dicitura sopra richiamata.

 
 

INFORMAZIONI CIRCA IL PROCEDIMENTO
Per informazioni circa la presente procedura l’Ufficio di Piano è disponibile per informazioni ai numeri telefonici di seguito riportati:
06/91146216/213 e all’indirizzo di posta elettronica dedicato: ufficiodipianorm6.4@comune.pomezia.rm.it

 
 
 


Ultimo Aggiornamento: 09 Settembre 2021

COMUNE DI POMEZIA
Piazza Indipendenza, 8 - 00071 Pomezia RM
P.I. 01040151001 - C.F. 02298490588
Tel. 06 911461 - Fax 06 91146529 - protocollo@pec.comune.pomezia.rm.it