1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

EMERGENZA CORONAVIRUS. COMUNICATI STAMPA NOVEMBRE DICEMBRE

 
 
 

DICEMBRE

30-12-20 Pomezia, misure di sostegno per il settore sportivo. Il Comune aumenta al 100% il ristoro del canone per i mesi di marzo, aprile e maggio di concessionari di impianti e palestre comunali

Il Sindaco e la Giunta hanno appena deliberato la modifica al provvedimento attuato a giugno scorso in favore dei concessionari di impianti e palestre comunali che stanziava risorse destinate a contribuire al pagamento dei canoni dovuti nella misura del 70% per le mensilità di marzo, aprile e maggio 2020. Con il provvedimento di oggi il Comune aumenta i fondi fino a coprire il 100% dei canoni dovuti per quei mesi di lockdown.

“Abbiamoaumentato al 100% i ristori per le società e le associazioni sportive del territorio che hanno in concessione impianti e palestre comunali per i mesi di marzo, aprile e maggio scorsi – spiega l'assessore Giuseppe Raspa – Un aiuto in più alle realtà sportive cittadine fortemente colpite in questo anno difficile”.

“Siamo a conoscenza delle difficoltà che le associazioni e le società sportive stanno affrontando anche in questo periodo di chiusure – aggiunge il Sindaco Adriano Zuccalà – Con questo provvedimento vogliamo dare un ulteriore segno di vicinanza al mondo dello sport”.


30-12-20 Chiusura al pubblico degli Uffici comunali nei giorni 31 dicembre e 5 gennaio per Zona Rossa

Si ricorda alla cittadinanza che gli Uffici comunali saranno operativi ma chiusi al pubblico nei giorni 31 dicembre e 5 gennaio come da Decreto Legge n. 172 del 18 dicembre che ha istituito in quelle date la Zona Rossa su tutto il territorio nazionale.
Per contattare gli uffici e prenotare appuntamenti:http://www.comune.pomezia.rm.it/coronavirus_ufficicomunali


29-12-20
Emergenza Coronavirus a Pomezia, scendono a 248i casi positivi al Covid-19. I cittadini guariti raggiungono quota 1163. Il cordoglio dell'Amministrazione per due cittadini deceduti

Scendono a 248 i cittadini attualmente positivi al Covid-19 nel Comune di Pomezia, di cui 18 ricoverati presso strutture ospedaliere e 230 in isolamento domiciliare.

Salgono ancora i guariti, che raggiungono quota 1163. Sono 35 le persone poste in isolamento domiciliare preventivo (non positivi).

Deceduti nell'ultima settimana due cittadini, una donna di 67 anni e un uomo di 79 anni, che portano a 15 il numero delle morti per covid da inizio pandemia: “L'Amministrazione comunale e la Città tutta – commenta il Sindaco Adriano Zuccalà - si stringono attorno alle famiglie e agli amici dei nostri concittadini che non ce l'hanno fatta”.


22-12-2020 Emergenza Coronavirus a Pomezia, scendono a 267 i casi positivi al Covid-19. I cittadini guariti raggiungono quota 1040. Il cordoglio dell'Amministrazione per quattro cittadini deceduti


Scendono a 267 i cittadini attualmente positivi al Covid-19 nel Comune di Pomezia, di cui 16 ricoverati presso strutture ospedaliere e 251 in isolamento domiciliare.

Salgono ancora i guariti, che raggiungono quota 1040. Sono 26 le persone poste in isolamento domiciliare preventivo (non positivi).

Deceduti quattro cittadini, una donna di 78 anni e tre uomini rispettivamente di 85, 82 e 62 anni: “Tristi notizie che non vorremmo mai ricevere – commenta il Sindaco Adriano Zuccalà –. L'Amministrazione comunale e la Città tutta si stringono attorno alle famiglie per le gravi perdite”.


19-12-20Emergenza Coronavirus, il Governo approva il Decreto Natale: tutte le misure in vigore fino al 6 gennaio 2021

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge che introduce ulteriori disposizioni urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus COVID-19.

Fermo restando che nel periodo compreso tra il 21 dicembre e il 6 gennaio non sarà possibile spostarsi tra Regioni, il testo pubblicato questa mattina in Gazzetta Ufficiale prevede sull’intero territorio nazionale:

ZONA ROSSA: 24, 25, 26, 27, 31 DICEMBRE 2020 E 1, 2, 3, 5, 6 GENNAIO 2021

ZONA ARANCIONE: 28, 29, 30 DICEMBRE 2020 E 4 GENNAIO 2021

Durante i quattro giorni di zona arancione sono consentiti gli spostamenti dai Comuni con popolazione massima di 5.000 abitanti verso località distanti non più di 30 km, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i Capoluoghi di Provincia.

Oltre agli spostamenti già consentiti, nel periodo compreso tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021, tra le ore 5.00 e le ore 22.00, è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi, in un massimo di due persone, verso una sola abitazione privata della propria Regione. Alla persona o alle due persone che si spostano potranno accompagnarsi i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con queste persone convivono.

Il Decreto Natale, infine, prevede lo stanziamento di 645 milioni di euro da destinare al ristoro immediato delle attività di somministrazione di alimenti e bevande che vedranno un calo del fatturato a causa delle misure disposte a tutela della salute.


18-12-20 Emergenza Coronavirus, tavolo di confronto tra ASL e Comuni: “Per la ASL RM6 pronte 18mila dosi per la campagna vaccino anti-Covid”

Nuova riunione del tavolo di confronto istituito tra la ASL Roma 6 e i Comuni che vi fanno parte per un monitoraggio costante della situazione territoriale in tema di Covid-19.

Durante il confronto, il Direttore Generale Narciso Mostarda ha offerto a tutti i presenti una panoramica aggiornata dei casi positivi e della situazione presso l’Ospedale dei Castelli Romani e le altre strutture. Ciò che emerge è una lenta ma graduale riduzione dei posti letto occupati: ad oggi 144 su 228 attivati. Buoni segnali in arrivo anche dal settore scolastico, dove gli interventi giornalieri delle unità mobili hanno registrato una flessione del 60% rispetto al periodo più difficile. Testimonianza di questi miglioramenti sono i dati attuali: ad oggi nella ASL RM 6 si registrano 2.701 positivi, di cui 168 ricoverati.

In merito al piano vaccinale anti-Covid, Mostarda ha annunciato ai Sindaci partecipanti che è stato creato un gruppo lavoro specifico che si sta occupando della pianificazione delle azioni di somministrazione delle prime 18.000 dosi destinate alla nostra ASL, che andranno agli operatori sanitari e ai soggetti fragili in primis.
“L’azienda si sta preparando ad una grande sfida – ha dichiarato Mostarda – rispetto al rischio pandemico attuale, quella di potenziare l’Ospedale di Albano, di aumentare il numero delle case della salute, di potenziare la rete territoriale, per ripristinare nel più breve tempo possibile l’Ospedale dei Castelli  come Ospedale No Covid. La sanità pubblica con gli amministratori locali può costruire una importante rete socio-sanitaria, la rete deve essere unica: ospedale, territorio, domicilio, ente locale”.

“È stato un incontro davvero proficuo – ha evidenziato il Sindaco Adriano Zuccalà all’indomani della video riunione – I dati che ci ha fornito il Direttore Mostarda sulla situazione nella nostra ASL mostrano chiaramente come le misure messe in atto per contenere la pandemia, distanziamento sociale in primis, stanno dando i loro frutti. La buona notizia è che la ASL sta incrementando il personale sanitario in modo da poter gestire al meglio i prossimi mesi; è stato inoltre istituito un gruppo di lavoro che si occuperà esclusivamente del vaccino anti-Covid. Adesso spetta a noi, in vista delle imminenti festività natalizie, cercare di non vanificare i risultati raggiunti finora”.


17-12-20 Emergenza Coronavirus, indicazioni di Poste Italiane per il pagamento delle pensioni di gennaio

Si informa la cittadinanza che, anche per il mese di gennaio, Poste Italiane procederà all'erogazione anticipata delle pensioni dal 28 dicembre e fino al 2 gennaio.

Il calendario relativo alle pensioni di gennaio sarà il seguente:

Per gli Uffici postali aperti 6 giorni, i cognomi:

- dalla A alla C: lunedì 28 dicembre
- dalla D alla G: martedì 29 dicembre
- dalla H alla M: mercoledì 30 dicembre
- dalla N alla R: giovedì mattina 31 dicembre
- dalla S alla Z: sabato mattina 2 gennaio

La lista degli Uffici Postali abilitati al pagamento delle pensioni e relative informazioni sulle giornate di apertura saranno disponibili anche sul sito aziendale www.poste.it e al numero verde 800.00.33.22.

È ancora in vigore, inoltre, la convenzione stipulata tra Poste Italiane e l’Arma dei Carabinieri, in base alla quale i pensionati di tutto il Paese di età pari o superiore a 75 anni – che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali e che riscuotono normalmente la pensione in contanti – possono richiedere, delegando al ritiro i Carabinieri, la consegna della pensione a domicilio per tutta la durata dell'emergenza sanitaria, evitando così di doversi recare presso gli Uffici Postali.


15-12-20Emergenza Coronavirus a Pomezia, salgono a 361 i casi positivi al Covid-19. I cittadini guariti raggiungono quota 810.

Salgonoa 361 i cittadini attualmente positivi al Covid-19 nel Comune di Pomezia, di cui 14 ricoverati presso strutture ospedaliere e 347 in isolamento domiciliare.

Salgono ancora i guariti,che raggiungono quota 810. Sono 16 le persone poste in isolamento domiciliare preventivo (non positivi).


7-12-2020 Emergenza Coronavirus a Pomezia, scendono a 330 i casi positivi al Covid-19. I cittadini guariti raggiungono quota 716.

Scendono a 330 i cittadini attualmente positivi al Covid-19 nel Comune di Pomezia, di cui 7 ricoverati presso strutture ospedaliere e 323 in isolamento domiciliare.

Salgono ancora i guariti, che raggiungono quota 716. Sono 22 le persone poste in isolamento domiciliare preventivo (non positivi), 9 i cittadini deceduti.


04-12-20 Emergenza Coronavirus, nuovo DPCM in vigore da oggi 4 dicembre

Il Presidente del Consiglio dei Ministri ha firmato il Dpcm del 3 dicembre contenente le nuove misure per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19.

Le misure entrano in vigore oggi, venerdì 4 dicembre, e sono valide fino al 15 gennaio.

Di seguito una sintesi:

- Dal 21 dicembre al 6 gennaio divieto di spostamento in tutta Italia; il 25, il 26 dicembre e il 1* gennaio divieto di spostamento tra Comuni. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case.
- Il coprifuoco permane dalle ore 22.00 alle ore 5.00 del giorno successivo e dal 31 dicembre al 1* gennaio dalle ore 22.00 alle ore 7.00.
- Per Natale e Capodanno la raccomandazione è quella di non organizzare cene con persone non conviventi.
- I ristoranti potranno restare aperti a pranzo a Natale, Santo Stefano, Capodanno ed Epifania; resta il limite di chiusura alle ore 18.00 con possibilità di asporto fino alle ore 22.00.

Per consultare i provvedimenti in vigore: http://www.comune.pomezia.rm.it/coronavirus_provvedimenti


03-12-20 Emergenza Coronavirus, pubblicato in Gazzetta il nuovo Decreto Legge. Vietati gli spostamenti tra le Regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio e tra i Comuni il 25 e 26 dicembre e il 1 gennaio

Pubblicato in Gazzetta ufficiale il Decreto Legge del 2 dicembre. Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 e'  vietato,  nell'ambito del territorio nazionale, ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, e nelle  giornate del 25 e del 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio  2021 e'  vietato altresi' ogni spostamento tra comuni, salvi gli spostamenti  motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di  necessita'  ovvero per motivi di salute. E' comunque consentito il rientro alla  propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione  degli  spostamenti verso le seconde case ubicate in altra Regione o  Provincia  autonoma e, nelle giornate del 25 e 26 dicembre 2020 e del  1°  gennaio  2021, anche ubicate in altro Comune,  ai  quali si applicano  i  predetti divieti.


02-12-20 Emergenza Coronavirus, domani chiusa la scuola dell’infanzia Maria Immacolata per sanificazione

Si informa la cittadinanza che, su richiesta della Asl Roma 6, il Sindaco Adriano Zuccalà sta predisponendo l’ordinanza di chiusura del plesso Maria Immacolata della Scuola dell’Infanzia comunale per domani, giovedì 3 dicembre, per interventi di pulizia e sanificazione.


01-12-20 Emergenza Coronavirus, buoni spesa per le famiglie in difficoltà. Richieste a partire dalle ore 20.00 di stasera

Da questa sera alle ore 20.00 e fino al 18 dicembre alle 20.00, sarà possibile fare richiesta per ottenere i buoni spesa a sostegno dei nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall'emergenza Coronavirus.

Per accedere ai buoni è necessario compilare la domanda accedendo alla piattaforma SiCare con le proprie credenziali o registrandosi o attraverso l’app Municipium.
L'entità del buono spesa, erogato una tantum, varia a seconda della composizione del nucleo familiare (numero, minori, disabilità ecc) e della percezione o meno di altri sostegni pubblici. Si fa presente che per ciascun nucleo familiare può essere presentata un'unica istanza (il sistema cancellerà automaticamente quelle doppie e verificherà il nucleo familiare).

Nel mese di gennaio sarà possibile visualizzare il proprio buono spesa con i relativi codici dalla stessa piattaforma SiCare utilizzando le proprie credenziali (username e password) ricevute tramite mail al momento della presentazione della domanda.

“Durante la fase del lockdown – spiega il Sindaco Adriano Zuccalà – abbiamo distribuito ai nostri concittadini in difficoltà oltre 800.000€ di buoni spesa, con la modalità del “Ticket Restaurant”. Questa volta abbiamo deciso di attivare una procedura totalmente informatizzata e coinvolgere direttamente tutti i nostri esercenti locali. Questo permetterà di abbattere i tempi di erogazione e immettere liquidità nelle attività commerciali pometine che vendono beni di prima necessità e farmaci”.

Seguiranno istruzioni per gli esercenti nei prossimi giorni.

Per tutte le info visita la pagina dedicata: http://www.comune.pomezia.rm.it/buonispesa


1-12-20 Emergenza Coronavirus, da giovedì 3 dicembre tampone rapido antigenico nella farmacia comunale di Torvaianica

Partirà giovedì 3 dicembre prossimo il servizio delle farmacie comunali di Pomezia che consentirà ai cittadini di eseguire tamponi rapidi antigenici direttamente in farmacia. Il tampone rapido antigenico ricerca le proteine superficiali del virus (antigeni), ma non il genoma virale per il quale è necessario il tampone molecolare.

Il servizio sarà attivo presso i locali adiacenti alla farmacia comunale n. 5 (lungomare delle Sirene 406 a Torvaianica) il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.00 alle 19.30 e martedì, giovedì e sabato dalle 8.30 alle 13.00. Obbligatoria la prenotazione al numero 06.91903854 (attivo dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 12.00).

“Attiviamo un servizio importante per la cittadinanza – dichiara l'Assessora Miriam Delvecchio – Dopo il test sierologico, che evidenzia l'eventuale avvenuta esposizione al virus, anche i tamponi rapidi arrivano nelle farmacie comunali, un vero e proprio presidio sanitario del territorio”.

“Con il tampone rapido antigenico è possibile avere il risultato in poche ore – aggiunge il Sindaco Adriano Zuccalà – Il servizio proposto dalle farmacie comunali al prezzo calmierato stabilito dalla Regione Lazio, offre da una parte un'alternativa in più alla cittadinanza e dall'altra alleggerisce il sistema sanitario. E' bene ricordare che per i tamponi molecolari è necessario rivolgersi sempre al proprio medico curante”.

SERVIZI OFFERTI
- TAMPONE RAPIDO ANTIGENICO
- TEST SIEROLOGICO


1. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA al numero 06.91903854 (attivo dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 12.00)
2. E' necessario presentare all'appuntamento documento e tessera sanitaria
3. NON E' POSSIBILE ACCEDERE CON FEBBRE PIÙ ALTA DI 37,5°
4. OBBLIGATORIO INDOSSARE UNA mascherina di tipo FFP2 come da protocollo regionale (non sarà consentito l’accesso a chi ne è sprovvisto)
5. RISULTATO IN POCHE ORE VIA MAIL O SMS

Costi:
Tampone rapido antigienico € 22,00
Test sierologico € 20,00

 
 

1-12-2020 Emergenza Coronavirus a Pomezia, salgono a 361i cittadini positivi al Covid-19, i guariti raggiungono quota559.

Salgono a 361 i cittadini attualmente positivi al Covid-19 nel Comune di Pomezia, di cui 8 ricoverati presso strutture ospedaliere e 353 in isolamento domiciliare. Salgono ancorai guariti che raggiungono quota 559. Sono 22 le persone poste in isolamento domiciliare preventivo (non positivi), 9 i cittadini deceduti.

 
 

1-12-20 Emergenza Coronavirus. DECRETO RISTORI QUATER, le principali misure introdotte


Proroga del secondo acconto Irpef, Ires e Irap

Il versamento del secondo acconto di Irpef, Ires e Irap viene prorogato dal 30 novembre al 10 dicembre per tutti i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione. La proroga è estesa al 30 aprile per le imprese con un fatturato non superiore a 50 milioni di euro nel 2019 e che hanno registrato un calo del 33% del fatturato nei primi sei mesi del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019. La proroga si applica inoltre alle attività oggetto delle misure restrittive del Dpcm del 3 novembre e a quelle operanti nelle zone rosse, nonché per i ristoranti in zona arancione, a prescindere dal volume di fatturato e dall’andamento dello stesso.

Sospensione dei versamenti di contributi previdenziali, ritenute e Iva di dicembre
È prevista la sospensione dei contributi previdenziali, dei versamenti delle ritenute alla fonte e dell’Iva che scadono nel mese di dicembre per tutte le imprese con un fatturato non superiore a 50 milioni di euro nel 2019 e che hanno registrato un calo del 33% del fatturato nel mese di novembre 2020 rispetto allo stesso mese del 2019. Sono sospesi i versamenti anche per chi ha aperto l’attività dopo il 30 novembre 2019. La sospensione si applica inoltre a tutte le attività economiche che vengono chiuse a seguito del Dpcm del 3 novembre, per quelle oggetto di misure restrittive con sede nelle zone rosse, per i ristoranti in zone arancioni e rosse, per tour operator, agenzie di viaggio e alberghi nelle zone rosse.

Proroga del termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi e dell’Irap
Il termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi e dell’Irap viene prorogato dal 30 novembre al 10 dicembre 2020.

Proroga definizioni agevolate
La proroga dei termini delle definizioni agevolate prevista dal decreto “Cura Italia” (decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18) viene estesa dal 10 dicembre 2020 al primo marzo 2021. In tal modo, si estende il termine per pagare le rate della “rottamazione-ter” e del “saldo e stralcio” in scadenza nel 2020, senza che si incorra nell’inefficacia della definizione agevolata.

Razionalizzazione della rateizzazione concessa dall’agente della riscossione
Vengono introdotte modifiche per rendere più organico e funzionale l’istituto della rateizzazione concessa dall’agente della riscossione. In particolare, si prevede che alla presentazione della richiesta di dilazione consegua la sospensione dei termini di prescrizione e decadenza e il divieto di iscrivere nuovi fermi amministrativi e ipoteche o di avviare nuove procedure esecutive. Per le rateizzazioni richieste entro la fine del 2021, viene alzata a 100.000 euro la soglia per i controlli e sale da 5 a 10 il numero di rate che, se non pagate, determinano la decadenza della rateizzazione. Inoltre, i contribuenti decaduti dai piani di rateizzazione o dalle precedenti rottamazioni delle cartelle esattoriali potranno presentare una nuova richiesta di rateizzazione entro la fine del 2021.

Proroga dei versamenti del prelievo erariale unico sugli apparecchi delle sale gioco
Il saldo del prelievo erariale unico (PREU) sugli apparecchi delle sale gioco di settembre-ottobre 2020 può essere versato solo per un quinto del dovuto. La parte restante può essere versata con rate mensili, con la prima rata entro il 22 gennaio del 2021.

Estensione codici Ateco
La platea delle attività oggetto dei contributi a fondo perduto si amplia ulteriormente con l’ingresso di diverse categorie di agenti e rappresentanti di commercio.

Indennità stagionali del turismo, terme e spettacolo
Viene erogata una nuova indennità una tantum di 1.000 euro gli stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo danneggiati dall’emergenza epidemiologica da COVID-19, e ad altre categorie, tra i quali gli iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo in possesso di determinati requisiti, gli stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato il rapporto di lavoro involontariamente, gli intermittenti e gli incaricati di vendite a domicilio.

Associazioni sportive
È incrementata di 95 milioni la dotazione del Fondo unico per il sostegno delle associazioni sportive e società sportive.

Indennità per i lavoratori sportivi
Per il mese di dicembre è erogata da Sport e Salute Spa, un’indennità di 800 euro per i lavoratori del settore sportivo. Si tratta dei lavoratori del mondo dello sport titolari di rapporti di collaborazione con il Coni, il Comitato Italiano Paralimpico, le Federazioni Sportive Nazionali, le Discipline Sportive Associate, gli Enti di Promozione Sportiva e le Società e Associazioni sportive dilettantistiche, riconosciuti dal Coni e dal Comitato Paralimpico.

Fiere e Congressi, spettacolo e cultura
Vengono stanziati 350 milioni di euro per il 2020 per i ristori delle perdite subite dal settore delle fiere e dei congressi, tramite l’incremento del Fondo per le emergenze delle imprese e delle istituzioni culturali istituito nello stato di previsione del Ministero per i beni e le attività culturali con il Decreto Rilancio. Si incrementano: di 90 milioni, per il 2021, la dotazione del fondo di parte corrente per le emergenze nei settori dello spettacolo e del cinema e audiovisivo; di 10 milioni, per il 2020, la dotazione del Fondo per il sostegno alle agenzie di viaggio e ai tour operator, le cui misure di sostegno sono estese alle aziende di trasporto di passeggeri mediante autobus scoperti (cosiddetto sightseeing).
Si prevede, inoltre, che i ristori ricevuti dai fondi già citati non concorrano alla formazione della base imponibile delle imposte sui redditi, non rilevino ai fini del calcolo degli interessi passivi e delle spese deducibili né alla formazione del valore della produzione netta.

Sicurezza e forze armate
Vengono stanziati oltre 62 milioni di euro per la funzionalità delle Forze di polizia e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, in particolare per pagamento delle indennità di ordine pubblico del personale delle Forze di polizia e per il pagamento degli straordinari dei Vigili del fuoco. Ulteriori 6,5 milioni di euro sono destinati al pagamento dei compensi accessori del personale militare, compreso quello medico e paramedico, impegnato nel contrasto dell’emergenza COVID-19.

Contributo alle Regioni per la riduzione del debito
Alle Regioni a statuto ordinario viene assegnato un contributo per il 2020 di 250 milioni di euro destinato al finanziamento delle quote capitale dei debiti finanziari in scadenza nell’anno in corso.

Sostegno alla internazionalizzazione delle imprese
Si incrementa di 500 milioni, per il 2020, la disponibilità del fondo rotativo per la concessione di finanziamenti a tasso agevolato alle imprese esportatrici.

Fondo perequativo
È istituito un fondo finalizzato a realizzare, nell’anno 2021, la perequazione delle misure fiscali e di ristoro concesse con i provvedimenti emergenziali adottati nell’ambito della emergenza COVID-19, da destinare ai soggetti che con i medesimi provvedimenti abbiano beneficiato di sospensione fiscali e contributive e che registrano una significativa perdita di fatturato.

Facoltà di estensione del termine di durata dei fondi immobiliari quotati
I gestori di fondi di investimento alternativi che gestiscono fondi immobiliari italiani ammessi alle negoziazioni in un mercato regolamentato o in un sistema multilaterale di negoziazione possono, entro il 31 dicembre 2020, nell’esclusivo interesse dei partecipanti, modificare il regolamento del fondo per prorogare il termine del fondo non oltre il 31 dicembre 2022, al solo fine di completare lo smobilizzo degli investimenti.

Svolgimento delle elezioni suppletive per la Camera e il Senato per il 2020
Le elezioni suppletive per i seggi della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica dichiarati vacanti entro il 31 dicembre 2020 si svolgono entro il 31 marzo 2021.

Termini di permanenza dei territori negli scenari di rischio
L’accertamento della permanenza per 14 giorni in un livello o scenario di rischio inferiore a quello che ha determinato le misure restrittive, comporta l’applicazione delle misure relative allo scenario immediatamente inferiore per un ulteriore periodo di 14 giorni, salva la possibilità, per la Cabina di regia, istituita dal Ministro della salute ai fini della valutazione dei livelli e degli scenari di rischio territoriali, di ridurre tale ultimo termine.

 

NOVEMBRE

 

24-11-20Emergenza Coronavirus a Pomezia, salgono a 338 i cittadini positivi al Covid-19, i guariti raggiungono quota 460. Il cordoglio dell'Amministrazione per due cittadini deceduti

Salgono a 338 i cittadini attualmente positivi al Covid-19 nel Comune di Pomezia, di cui 5 ricoverati presso strutture ospedaliere e 333 in isolamento domiciliare. Salgono ancora i guariti che raggiungono quota 460. Sono 34 le persone poste in isolamento domiciliare preventivo (non positivi). Deceduti due cittadini, un uomo di 76 anni e una donna di 71 anni: “L'Amministrazione comunale e la Città tutta – dichiara il Sindaco Adriano Zuccalà – si stringono attorno alle famiglie per la grave perdita”.


23-11-20 Emergenza Coronavirus, indicazioni di Poste Italiane per il pagamento delle pensioni di dicembre

Si informa la cittadinanza che, anche per il mese di dicembre, Poste Italiane procederà all'erogazione anticipata delle pensioni dal 25 novembre e fino al 1* dicembre.

Il calendario relativo alle pensioni di novembre sarà il seguente:

Per gli Uffici postali aperti 6 giorni, i cognomi:

- dalla A alla B: mercoledì 25 novembre
- dalla C alla D: giovedì 26 novembre
- dalla E alla K: venerdì 27 novembre
- dalla L alla O: sabato mattina 28 novembre
- dalla P alla R: lunedì 30 novembre
- dalla S alla Z: martedì 1* dicembre

Per gli Uffici postali aperti 5 giorni, i cognomi:

- dalla A alla C: mercoledì 25 novembre
- dalla D alla G: giovedì 26 novembre
- dalla H alla M: venerdì 27 novembre
- dalla N alla R: sabato mattina 28 novembre
- dalla S alla Z: lunedì 30 novembre

La lista degli Uffici Postali abilitati al pagamento delle pensioni e relative informazioni sulle giornate di apertura saranno disponibili anche sul sito aziendale www.poste.it e al numero verde 800.00.33.22.

È ancora in vigore, inoltre, la convenzione stipulata tra Poste Italiane e l’Arma dei Carabinieri, in base alla quale i pensionati di tutto il Paese di età pari o superiore a 75 anni – che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali e che riscuotono normalmente la pensione in contanti – possono richiedere, delegando al ritiro i Carabinieri, la consegna della pensione a domicilio per tutta la durata dell'emergenza sanitaria, evitando così di doversi recare presso gli Uffici Postali.


21-11-20 Emergenza Coronavirus, nuova ordinanza della Regione Lazio: attività commerciali e supermercati chiusi alle ore 21.00

Il Presidente della Regione Lazio ha firmato una nuova ordinanza contenente ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19.

Nel dettaglio, si dispone:

1. Nei giorni festivi e prefestivi restano aperte le attività commerciali all’ingrosso, purché la vendita sia effettuata, esclusivamente, nei confronti dei titolari di partita IVA, con accesso diretto alle strutture consentito esclusivamente ai medesimi soggetti. Restano, altresì, aperte le attività commerciali degli autosaloni e delle aziende florovivaistiche.

2. Nessuna attività commerciale al dettaglio e all’ingrosso può nei giorni feriali, festivi e prefestivi, proseguire la vendita al pubblico con accesso ai locali oltre le ore 21.00. Rimane comunque la possibilità di vendita d’asporto fino alle ore 22.00 e in consegna senza limiti di orario.

3. Tutte le attività commerciali consentite sono comunque tenute a garantire: a. sorveglianza per verificare il rispetto delle distanze interpersonali e il divieto di assembramento; b. modalità di contingentamento/scaglionamento degli ingressi, allo scopo di assicurare i limiti numerici di presenza di clienti e addetti; c. le misure di sicurezza e prevenzione individuate nell’allegato 9 del DPCM del 3 novembre 2020 “Linee guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome dell’8 ottobre 2020”.

L’Ordinanza è valida fino al 30 novembre 2020.

Di seguito le faq pubblicate dalla Regione in merito al provvedimento emanato:

1. I bar e i ristoranti possono continuare le loro attività dopo le ore 21?
Sì, tale attività continua ad essere regolata dal Dpcm del 3 novembre, con facoltà di apertura dalle ore 5.00 alle ore 18.00, potendo proseguire l’attività dopo tale orario, e fino alle ore 22, solo in modalità di asporto. Resta sempre consentita la somministrazione al domicilio (delivery).

2. Le farmacie rimangono aperte dopo le 21:00?
Sì, in quanto le farmacie sono considerate un servizio pubblico «di cui il Servizio Sanitario Nazionale si avvale per l’esercizio di un servizio pubblico assegnatogli direttamente dal legislatore (…)».


17-11-20Emergenza Coronavirus a Pomezia, scendono a 293 i cittadini positivi al Covid-19, i guariti raggiungono quota 369

Scendono a 293 i cittadini attualmente positivi al Covid-19 nel Comune di Pomezia, di cui 6 ricoverati presso strutture ospedaliere e 287 in isolamento domiciliare. Salgono ancora i guariti che raggiungono quota 369. Sono 50 le persone poste in isolamento domiciliare preventivo (non positivi).


13-11-20 Aggiornamento Coronavirus, da domenica stop ai banchi non alimentari nel mercato settimanale di Campo Ascolano



Il Presidente della Regione Lazio ha appena firmato un’ordinanza che dispone nei giorni festivi la chiusura delle attività di commercio al dettaglio, su aree pubbliche e private, con la sola eccezione delle attività dirette alla vendita di generi alimentari. Pertanto, da domenica i banchi non alimentari presenti nel mercato settimanale di Campo Ascolano resteranno chiusi.

Nei giorni festivi sono altresì chiusi i mercatini degli hobbisti e i mercatini per la vendita o esposizione di proprie opere d’arte ed opere dell’ingegno a carattere creativo e similari.

Nei giorni festivi e prefestivi sono chiuse le grandi strutture di vendita, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, le farmacie, parafarmacie, tabaccherie, edicole.


13-11-20
Emergenza Coronavirus, nel fine settimana controlli a tappeto sul territorio. Il cordoglio dell’Amministrazione per un cittadino deceduto

Proseguono i controlli nel territorio del Comune di Pomezia da parte della Polizia locale, volti ad arginare i comportamenti che favoriscono la diffusione del contagio da Covid-19.

Negli ultimi giorni sono 40 le persone sanzionate perché non indossavano la mascherina anche all’aperto. Tra questi, 10 sono minorenni. La sanzione elevata è di 400 euro.

Controlli serrati anche tra le attività commerciali, per verificare il rispetto delle normative anti-Covid: dalle norme di sanificazione all’utilizzo di dispositivi individuali di protezione da parte del personale. Multati 12 esercizi commerciali.

Nelle ultime ore è pervenuta la notizia della scomparsa di un concittadino di 73 anni: “L'Amministrazione comunale e la Città tutta – dichiara il Sindaco Adriano Zuccalà – si stringono attorno alla famiglia per la grave perdita. Le nostre più sentite condoglianze.

Come di consueto nel fine settimana i controlli delle Forze dell’ordine saranno intensificati in maniera capillare per verificare il rispetto del distanziamento sociale, il divieto di assembramento e il corretto utilizzo della mascherina – prosegue il Primo Cittadino –. L’età media dei casi positivi in Città è di 43 anni, segno che tutti noi dobbiamo mantenere alta l’attenzione e rispettare le prescrizioni in vigore. Preoccupano gli assembramenti di ragazzi che non prendono precauzioni. È a loro che ci appelliamo maggiormente nel mettere in pratica le misure di prevenzione. Servono collaborazione e senso di responsabilità per evitare nuovi focolai”.


10-11-20 Emergenza Coronavirus a Pomezia, salgono a 340 i cittadini positivi al Covid-19 e a 232 i guariti

Salgono a 340 i cittadini positivi al Covid-19 nel Comune di Pomezia, di cui 7 ricoverati presso strutture ospedaliere e 333 in isolamento domiciliare. Salgono anche i guariti che raggiungono quota 232. Sono 60 le persone poste in isolamento domiciliare preventivo (non positivi).


10-11-20 Coronavirus, Conferenza Locale per la Sanità: proposto un Tavolo permanente tra ASL e Comuni per affrontare l’emergenza

Si è svolta questa mattina la Conferenza Locale per la Sanità. Unanime la necessità emersa di partire dalle esigenze del territorio per far fronte con ancora maggiore consapevolezza ai bisogni dei cittadini e delle amministrazioni in questo difficile periodo.

L’emergenza Covid-19  ha chiesto e chiede all’ASL di mettere in campo ogni possibile azione nell’interesse di salvaguardare la salute dei cittadini.

“È stato un incontro proficuo – ha rilevato il Sindaco Adriano Zuccalà al termine della video riunione – in cui noi Sindaci abbiamo evidenziato alla ASL alcune criticità riscontrate, prima tra tutte la questione di una non corrispondenza totale dei dati. Ringrazio il Direttore Generale Narciso Mostarda, che ha preso spunto dalle nostre osservazioni e ha proposto di creare un Tavolo permanente per condividere strategie e monitorare, con incontri settimanali, la situazione territoriale. Una menzione speciale va a tutti i Sindaci, per il lavoro scrupoloso e capillare che stanno svolgendo quotidianamente a supporto della cittadinanza”.

Di seguito alcuni dati emersi durante la riunione odierna:

Rimodulazione offerta sanitaria – Posti Letto Covid

Situazione attuale:
• Già attivi presso l’Ospedale dei Castelli 38 PL-COVID Medicina 3° + piano 14 PL-COVID ex DH 3° piano + 1 PL-COVID Pediatria + 1 PL-COVID Ginecologia + 1 PL-COVID Dialisi + 10 PL-COVID di Terapia Intensiva

Entro una settimana:
• Trasformazione temporanea del P.S. dell’Ospedale dei Castelli in Punto di primo soccorso dove sarà garantito esclusivamente l’intervento per patologie “Tempo Dipendenti” e la stabilizzazione del paziente trasportato (prelevato esclusivamente da siti limitrofi all’Ospedale dei Castelli) che, una volta stabilizzato, verrà trasferito presso la sede più appropriata per il caso specifico;
• attivazione 11 PL-COVID presso la MEU come Medicina d’Urgenza COVID e attivazione ulteriori 6 PL di Ricovero in terapia sub intensiva Medicina D’Urgenza COVID;
• attivazione 38 PL-COVID al 2° piano degenza chirurgica;
• attivazione 17 + 12 PL-COVID presso L’Ospedale di Albano Laziale;
• attivazione 7 PL-COVID presso L’Ospedale di Frascati;
• attivazione 14 PL-COVID presso L’Ospedale di Anzio;
•  attivazione 12 PL-COVID presso L’Ospedale di Velletri.

Totale PL-COVID =224
10 PL-COVID di Terapia intensiva
6 PL-COVID Terapia sub-intensiva
Totale complessivi 240

UN PO’ DI DATI (al 09/11/2020)
•         Positivi totali dall’inizio della pandemia: 7529
•         Positivi attivi: 4328
•         Guariti: 2545
•         Ricoverati attuali: 130
•         Ricoverati in Terapia Intensiva: 8
•         Personale: 487 unità (337 per emergenza Covid+150 No Covid)
•         Tamponi molecolari: 25 mila

ISTITUTI SCOLASTICI (al 09/11/2020)
•         Classi con casi: 445
•         Ragazzi in quarantena: 10 mila
•         Istituti scolastici: 122
•         Alunni positivi: 376
•         Docenti: 71


05-11-20 Emergenza Coronavirus, da domani “Museo Civico Archeologico Lavinium”, “Museo Città di Pomezia - Laboratorio del Novecento” e Biblioteca comunale chiusi al pubblico

In ottemperanza al DPCM emanato dal Presidente del Consiglio il 3 novembre, il “Museo Civico Archeologico Lavinium”, il “Museo Città di Pomezia - Laboratorio del Novecento” e la Biblioteca comunale resteranno chiusi al pubblico da domani, venerdì 6 novembre, fino a giovedì 3 dicembre.

Vi ricordiamo che è attivo e disponibile gratuitamente per tutti il servizio avanzato di biblioteca digitale: una vasta gamma di contenuti digitali, 24 ore su 24, 7 giorni su 7: migliaia di e-book e audiolibri, oltre un milione di risorse informative digitali tra collezioni di musica, immagini,filmati, banche dati, e-learning, oltre 5.000 giornali internazionali, tra cui quotidiani e periodici italiani. Una biblioteca a casa, gratuita e consultabile su qualsiasi dispositivo (pc, tablet, smartphone, e-reader).


04-11-20 Emergenza Coronavirus, nuovo DPCM in vigore dal 6 novembre

Il Presidente del Consiglio dei Ministri ha firmato il nuovo DPCM in vigore dalla giornata di venerdì 6 novembre fino a giovedì 3 dicembre.

Come spiegato dal Premier in conferenza stampa, è stata presa la decisione di posticipare di un giorno l'entrata in vigore delle nuove misure per permettere a tutti di avere il tempo necessario per adeguarsi. 

Le misure sono suddivise in zone, GIALLA, ARANCIONE e ROSSA differenziate in base ai differenti scenari di rischio.

Zona GIALLA: misure adottate in tutta Italia

Zona ARANCIONE: misure adottate nelle Regioni con elevata gravità e con un livello di rischio alto. Alcune misure sono più restrittive rispetto a quelle presenti nella zona gialla.

Zona ROSSA: misure adottate nelle Regioni con uno scenario di massima gravità e con un livello di rischio alto. Sono le misure più restrittive.

Al momento la Regione Lazio si trova nella zona GIALLA.

Di seguito le principali misure introdotte per la zona GIALLA:

- coprifuoco dalle ore 22.00 alle ore 5.00 salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute, con la raccomandazione di non spostarsi se non per motivi di salute, lavoro, studio, situazioni di necessità;
- chiusura nei giorni festivi e prefestivi per i centri commerciali, ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno;
- prevista una riduzione dei passeggeri fino al 50% per il trasporto pubblico, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico;
- chiusi mostre e musei;
- chiusi piscine, palestre, teatri, cinema;
- sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine;
- per bar e ristoranti è prevista l'interruzione della somministrazione in sede dalle 18.00 mentre resta consentito l'asporto fino alle ore 22.00 e per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.

Il Dpcm introduce poi la didattica a distanza per le scuole superiori, fatta eccezione per gli studenti con disabilità e in caso di uso di laboratori; mentre è prevista la didattica in presenza per scuole dell'infanzia, scuole elementari e scuole medie. Sono chiuse anche le università, salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori.

Per consultare i provvedimenti in vigore: http://www.comune.pomezia.rm.it/coronavirus_provvedimenti


03-11-20 Emergenza Coronavirus a Pomezia, salgono a 274 i cittadini positivi al Covid-19 e a 190 i guariti. Il cordoglio dell'Amministrazione per un cittadino deceduto

Salgonoa 274 i cittadini positivi al Covid-19 nel Comune di Pomezia, di cui 4 ricoverati presso strutture ospedaliere e 270 in isolamento domiciliare. Salgono anche i guariti che raggiungono quota 190. Sono 33 le persone poste in isolamento domiciliare preventivo (non positivi).

Deceduto un cittadino di 85 anni: “L'Amministrazione comunale e la Città tutta – dichiara il Sindaco Adriano Zuccalà – si stringono attorno alla famiglia per la grave perdita”.


 

 
 


Ultimo Aggiornamento: 20 Gennaio 2021

COMUNE DI POMEZIA
Piazza Indipendenza, 8 - 00071 Pomezia RM
P.I. 01040151001 - C.F. 02298490588
Tel. 06 911461 - Fax 06 91146529 - protocollo@pec.comune.pomezia.rm.it