1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Avviso di Asta Pubblica per l'alienazione di beni mobili comunali

Si informa la cittadinanza che il giorno lunedì 13/11/2017 alle ore 12.00, presso la sala riunioni del Settore Finanziario di questo Comune, in via Pontina km 31,400, primo piano, c/o “Selva dei Pini”, si terrà l’asta pubblica per la vendita dei seguenti beni di proprietà dell’Ente, secondo quanto stabilito dall’art. 73 let. c) e art. 76 del R.D. n. 827/1924 e quindi mediante offerte in rialzo rispetto al prezzo posto a base d’asta, dei seguenti beni mobili distinti in un lotto Unico:

 

n. 5 banconi acciaio
n. 2 banconi acciaio con cassetti
n. 4 banconi acciaio grandi
n. 1 lavamani acciaio
n. 3 lavelli acciaio
n. 1 friggitrice acciaio
n. 1 cucina in acciaio
n. 1 cucina con forno in acciaio
n. 1 cuocipasta acciaio
n. 1 piastra cottura grande
n. 1 cappa aspirante
n. 1 forno a convezione
n. 1 brasserie per condimenti
n. 1 affettatrice
n. 4 frigo (di cui 3 non funzionanti)
n. 1 bancone self-service (acquisito da contenzioso Consorzio / Innova spa)

 

DATA E SEDE DI SVOLGIMENTO DELLA GARA

La gara avrà luogo, in seduta pubblica, il giorno 13/11/2017 alle ore 10.00 c/o presso la sala riunioni del Settore Finanziario di questo Comune, in via Pontina km 31,400, primo piano, c/o “Selva dei Pini”.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA

Le offerte, indirizzate al "Comune di Pomezia - Ufficio Protocollo - Piazza Indipendenza n. 8 – 00071 POMEZIA (RM)" dovranno pervenire, pena l'esclusione dalla gara, a mezzo raccomandata del servizio postale, ovvero mediante agenzia di recapito, entro le ore 10,00 del giorno 13/11/2017. Sarà altresì facoltà dei concorrenti la consegna a mano del plico entro il suddetto termine perentorio all'Ufficio Protocollo del Comune (che ne rilascerà apposita ricevuta) sito in Pomezia (RM), Piazza Indipendenza n.8 piano terra tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12,00 nonchè martedì e giovedì pomeriggio dalle 15.30 alle 17.00.

Il recapito tempestivo dei plichi rimane ad esclusivo rischio dei mittenti. Le offerte pervenute oltre il termine sopra indicato non saranno prese in considerazione e in proposito non saranno ammessi reclami di sorta. Il Comune declina ogni responsabilità relativa a disguidi di spedizione o di trasporto, di qualunque natura, o a cause di forza maggiore che impediscano il recapito o la consegna della documentazione suddetta entro il termine sopra indicato

Il plico, sigillato in modo idoneo a garantire l'assoluta segretezza del contenuto e controfirmato sui lembi di chiusura, deve recare all’esterno, oltre all’intestazione del mittente e all’indirizzo dello
stesso, la seguente dicitura: ASTA PUBBLICA PER LA VENDITA DI BENI MOBILI – LOTTO UNICO

Documenti da presentare, pena l’irricevibilità dell’offerta:


A) Domanda di partecipazione, contenuta nella busta n.1), con dichiarazione, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445, prodotta sull'allegato “A” al presente bando, sottoscritta e accompagnata da una fotocopia di un documento di riconoscimento del sottoscrittore, in corso di validità e, in caso di persona giuridica, da eventuale originale o copia conforme all’originale della procura.

La busta "1", debitamente compilata secondo il modello allegato (All. n. A), dovrà essere, pena l'esclusione, chiusa in modo idoneo a garantire l'assoluta segretezza del contenuto e controfirmata sui lembi di chiusura. Detta busta dovrà recare sull'esterno il nominativo del concorrente e l'indicazione - BUSTA 1 – Domanda di partecipazione – Asta pubblica per la vendita di beni mobili – COMUNE DI POMEZIA

B)
Cauzione provvisoria, in ragione, per ciascun lotto a cui si partecipa, pari, al 2% dell’importo a base di gara per ciascun lotto. Tale cauzione andrà prestata in uno dei seguenti modi:

1) versamento da effettuarsi presso la Tesoreria Comunale (BANCA POPOLARE DI MILANO – Agenzia di Pomezia – Via del Mare, 63 – IBAN: IT12A0558422000000000002078) indicando la causale “CAUZIONE VENDITA BENI MOBILI – LOTTO UNICO.
2)assegno circolare non trasferibile intestato a “Comune di Pomezia”. Nessun interesse è dovuto ai concorrenti sulle somme versate che, pertanto, verranno restituite, fatta eccezione per quella versata dall’aggiudicatario che verrà trattenuta a titolo di acconto prezzo. Nel caso in cui il concorrente aggiudicatario non si presenti alla stipula del contratto nel luogo e nel tempo stabilito, l’importo della cauzione sarà trattenuto in via definitiva a titolo di penale, ferma restando la decadenza dall’aggiudicazione. Non è ammesso costituire cauzione provvisoria in modo diverso dalle precedenti indicazioni. La busta “1” deve contenere, altresì, copia della quietanza di versamento presso la Tesoreria
Comunale della cauzione o assegno circolare, distintamente per ciascun lotto per il quale il concorrente partecipa all’asta.

C)
Offerta, prodotta in carta bollata come all’allegato “B” al presente bando, deve essere espressa in cifre ed in lettere in aumento sull'importo a base d'asta, debitamente firmata, chiusa in una seconda busta ove, oltre l'offerta, non deve essere contenuto nient'altro.

La busta "2", debitamente compilata secondo il modello allegato (All. n. B), dovrà essere, pena l'esclusione, chiusa in modo idoneo a garantire l'assoluta segretezza del contenuto e controfirmata
sui lembi di chiusura. Detta busta dovrà recare sull'esterno il nominativo del concorrente e
l'indicazione - BUSTA 2 – Offerta – Asta pubblica per la vendita di beni mobili – COMUNE
DI POMEZIA

Sono ammesse solo offerte al rialzo, rispetto al prezzo fissato a base d’asta.
Le offerte pervenute non saranno inoltre ritenute valide nei seguenti casi:

• in caso di apertura della busta prima dello svolgimento dell’asta a causa della mancata apposizione sulla stessa della dicitura sopra specificata;
• qualora nell’offerta non sia indicato il lotto al quale la stessa si riferisce;
• qualora l’offerta sia inferiore o uguale a prezzo posto a base d’asta;
• qualora non risultino indicati cognome, nome e luogo di residenza dell’offerente e in caso di mancata Sottoscrizione dell’offerta da parte dello stesso.
• qualora sia condizionata o espressa in modo indeterminato

Sono ammesse alla presentazione di offerte persone fisiche e giuridiche. In quest’ultimo caso l’offerta dovrà essere presentata dal legale rappresentante. Non possono essere compratori i soggetti
di cui all’art. 1471, commi 1 e 2 , del Codice Civile.

INFORMAZIONI E PRESA VISIONE DEI BENI MESSI ALL’ASTA

I beni possono essere visionati preventivamente da chiunque sia interessato a partecipare all’asta, in data e ora da concordare preventivamente conl’Ufficio Patrimonio (tel. 06/91146347; ufficio.patrimonio@comune.pomezia.rm.it - Fulvio Menegoni)




Ultimo Aggiornamento: 14 Novembre 2017

COMUNE DI POMEZIA
Piazza Indipendenza, 8 - 00071 Pomezia RM
P.I. 01040151001 - C.F. 02298490588
Tel. 06 911461 - Fax 06 91146529 - protocollo@pec.comune.pomezia.rm.it