1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Agevolazioni e Riduzioni

 

Quando

 

Le agevolazioni e le riduzioni TARI vengono applicate, previo accertamento dell’effettiva sussistenza delle condizioni prestabilite, unicamente su richiesta scritta dell’interessato, limitatamente alle sole ipotesi previste dal regolamento (di seguito meglio specificate) e NON SONO CUMULABILI TRA LORO.

Laddove non diversamente specificato, per usufruire della riduzione è necessario inoltrare apposita dichiarazione entro il 30 giugno dell’anno successivo alla maturazione dei requisiti. La riduzione, se richiesta nei termini, ha efficacia per l’anno precedente, ma NON E’ RETROATTIVA oltre tale periodo di validità.

Il regolamento prevede le seguenti riduzioni:

 
  1. Abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale o altro uso limitato e discontinuo a condizione che tale scelta sia specificata nella denuncia originaria o di variazione indicando l’abitazione diresidenza e l’abitazione principale e dichiarando espressamente di non voler cedere l’alloggio in locazione o in comodato, salvo accertamento da parte del Comune: riduzione del 10%;
  2. Abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi l’anno, all’estero: riduzione del 30%;
  3. Fabbricati rurali ad uso abitativo: riduzione del 30%;
  4. Nuclei familiari residenti a cui appartengono soggetti diversamente abili con invalidità riconosciuta pari al100% come da attestazione risultante dai verbali delle Commissioni sanitarie delle aziende sanitarie locali per la sola prima casa: riduzione del 50%;
  5. Ultra sessantacinquenni soli o con coniuge (oppure conviventi) aventi sempre più di sessantacinque anni che non siano proprietari di alcuna unità immobiliare produttiva di reddito al di fuori dell’abitazione in oggetto:
 
  1. riduzione del 50% nella parte fissa e nella parte variabile per un importo del tributofino ad € 100.00;
  2. riduzione del 30% nella parte fissa e nella parte variabile per un importo del tributo da € 100.01 a €200.00;
  3. riduzione del 20% nella parte fissa e nella parte variabile per un importo del tributo da € 200.01 a €300.00;
  4. riduzione del 10% nella parte fissa e nella parte variabile per un importo del tributo da € 300.01 a €400.00;
  5. l’agevolazione non si applica qualora l’importo del tributo è superiore ad € 400.00
 
  1. Nucleo familiare con reddito complessivo pari alla pensione sociale: riduzione del 50% nella parte fissa e nella parte variabile;
  2. Unità immobiliari adibite a civile abitazione sprovviste di contratti attivi di fornitura dei servizi pubblici a rete: riduzione del 100% sulla parte variabile edel 30% sulla quota fissa;
  3. Utenze domestiche che abbiano avviato il compostaggio dei propri scarti organici ai fini dell’utilizzo in sito del materiale prodotto: riduzione del 30% della quota variabile (tale riduzione è subordinata alla presentazione di apposita istanza di iscrizione all’ albo compostatori presentata all’ Ufficio Ambiente del Comune);
  4. Per tutti coloro che adottano un cane di almeno due anni di età dal canile convenzionato con il Comune di Pomezia: per due annualità consecutive e comunque non superiore all’importo che il contribuente deve versare a titolo TARI per l’anno oggetto di imposizione: riduzione fino a 300 euro (tale riduzione è subordinata alla presentazione di apposita istanza entro e non oltre 30 giorni dalla data di adozione);
  5. Detrazione fino a 70 euro per una sola annualità per chi sterilizza un cane con microchip o tatuaggio intestato al contribuente. 
 

Nessun tipo di riduzione è applicabile per gli immobili fino a 35 mq.

Come

 

Per chiedere la riduzione della TARI qualora si è in possesso dei requisiti prescritti, è necessario compilare in ogni sua parte e firmare l’apposito modulo di dichiarazione barrando la casella “riduzione” e allegando allo stesso la seguente documentazione:

 
  • per tutte le riduzioni: copia del documento di identità in corso di validità del dichiarante;
  • per la riduzione b): copia della documentazione attestante la dimora all’ estero per più di sei mesi l’anno;
  • per la riduzione c): copia della visura catastale dell’immobile;
  • per la riduzione d): copia dell’attestazione rilasciata dall’Azienda Sanitaria Locale. La riduzione ha la stessa validità temporale riportata nell’attestazione;
  • per la riduzione f): copia dell’ISEE(la documentazione va presentata ogni anno pena la decadenza della stessa);
  • per la riduzione g): copia deldocumento attestante l’avvenuto distacco delle utenze;
  • per la riduzione i): copia deldocumento di adozione;
  • per la riduzione j): copia del documento attestante l’inserimento del microchip o tatuaggio intestato al contribuente e copia della ricevuta di pagamento della sterilizzazione.
 

Dove

 

La suddetta documentazione può essere consegnata personalmente presso lo Sportello Tributi, oppure trasmessa a mezzo Pec all’indirizzo tributi@pec.comune.pomezia.rm.it , oppure inviata a mezzo email ordinaria registrandosi al Portale Tributi per il cittadino.

Per le istanze inoltrate a mezzo posta elettronica,l’ufficio provvede a dare riscontro al contribuente entro 30 giorni dalla ricezione delle stesse.

NOTA BENE:
Sul Portale Tributi è possibile altresì accedere alla propria scheda anagrafica e immobiliare dove in autonomia si possono apportare modifiche ai dati presenti concorrendo in tal modo ad aggiornare la banca dati comunale, in linea con il progetto di fiscalità comunale partecipata. Le modifiche apportate in tale sezione fungono da segnalazione e non hanno in alcun modo valore di dichiarazione, né sostituiscono le procedure descritte in questa pagina.

 
 

Per consultare il REGOLAMENTO COMUNALE TASSE E TRIBUTI, LE ALIQUOTE E LE TARIFFE, clicca QUI



COMUNE DI POMEZIA
Piazza Indipendenza, 8 - 00071 Pomezia RM
P.I. 01040151001 - C.F. 02298490588
Tel. 06 911461 - Fax 06 91146529 - protocollo@pec.comune.pomezia.rm.it