1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

ORDINANZE IN VIGORE  ------>Clicca qui

ANALISI AGGIORNATE  ------> Clicca qui

DIVIETI E RACCOMANDAZIONI   ------> Clicca qui

COMUNICAZIONI VIGILI DEL FUOCO ------> Clicca qui

VIDEO ------>Clicca qui

 
 
 

17-09-18Eco X di Pomezia: il NOE toglie i sigilli e consegna il sito alla ditta per la messa in sicurezza

Consegnato questa mattina il sito Eco X alla ditta che si occuperà della messa in sicurezza. I Carabinieri del NOE hanno tolto i sigilli ai cancelli e dato ufficialmente il via ai lavori. Presenti il Sindaco Adriano Zuccalà, l'Assessore all'Ambiente Mattias e l'Ufficio Ambiente. Il Sindaco: "Il Comune di Pomezia si costituirà parte civile nell'eventuale processo a carico della proprietà di Eco X".

GUARDA IL VIDEO

 
 

17-01-18Eco X di Pomezia, il Comune provvede alla messa in sicurezza al posto della proprietà. Il Sindaco sollecita alla Regione le somme della polizza fidejussoria

Situazione immutata presso il sito Eco X a 30 giorni dall’ordinanza sindacale con cui si intimava la proprietà ad avviare gli interventi finalizzati alla messa in sicurezza, caratterizzazione e bonifica, nonché a integrare la relazione tecnica con valutazioni e quantificazioni maggiormente dettagliate sul censimento e la caratterizzazione dei rifiuti, le modalità di campionamento, la descrizione dello stato dei luoghi e della stabilità dei manufatti, la verifica dell’attuale stato della rete di gestione delle acque reflue e delle acque di origine meteorica.

Accertata quindi l'inottemperanza dell'Ordinanza Sindacale n. 28 del 4/12/2017, il Comune di Pomezia dovrà procedere all'avvio dell'esecuzione d'Ufficio dei suddetti interventi, in danno ai soggetti risultati inadempienti. A tal fine il Sindaco, in una nota inviata alla Regione Lazio, sollecita l’immediata erogazione della somma di 750.000 euro coperti dalla polizza fidejussoria che l’ente regionale si è impegnato a mettere a disposizione durante l’ultima conferenza dei servizi.

“L’escussione della polizza di cui la Regione è beneficiaria diventa più che mai urgente – spiega il Primo Cittadino – Il Comune di Pomezia dovrà intervenire alla messa in sicurezza in autonomia, vista l’assenza totale della proprietà, e necessita di fondi sostanziosi per le procedure. Inoltre i 750.000 euro della polizza potranno coprire soltanto i lavori di messa in sicurezza, che sono prioritari, ma è necessaria fin da subito una programmazione complessiva della bonifica i cui fondi sono stati richiesti agli Enti superiori, quali Regione e Ministero”.

 

04-12-17Eco X di Pomezia, il Sindaco ordina alla proprietà di procederealla messa in sicurezza entro 30 giorni

Ordinanza sindacale per l’immediata messa in sicurezza del sito Eco X a carico della proprietà. Con l’atto firmato questa mattina il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci richiede di provvedere, entro e non oltre 30 giorni, a dare avvio alla realizzazione degli interventi di messa in sicurezza secondo il programma indicato nel documento presentato da Eco X e di integrare la Relazione Tecnica così come deciso nel corso dell’ultima Conferenza dei Servizi del 16 novembre scorso. Inoltre si chiede alla Regione Lazio di trasmettere al Comune di Pomezia tutti gli atti amministrativi concernenti l'escussione della polizza fidejussoria di 750mila euro di cui è beneficiaria.

“Se la proprietà non avvierà la messa in sicurezza entro 30 giorni – spiega il primo Cittadino – interverrà il Comune di Pomezia. Come già concordato in Conferenza dei Servizi, l’intervento sarà finanziato dalle somme della polizza fidejussoria di 750mila euro che la Regione sta provvedendo ad escutere. A queste dovranno aggiungersi appositi fondi che l’ente regionale prevedrà a bilancio. Ci avviamo ad una fase importante: la messa in sicurezza del sito è prioritaria, ma vogliamo fin da subito l’avvio di una programmazione complessiva della bonifica”.

 
 
 

23-11-17Eco X a Pomezia, in Conferenza dei Servizi gli Enti richiedono un provvedimento immediato di messa in sicurezza e una programmazione dettagliata sulla bonifica

Si è tenuta il 16 novembre scorso la Conferenza dei Servizi convocata dal Sindaco di Pomezia per definireprovvedimenti da adottare per la messa in sicurezza e la bonifica del sito Eco X. Alla riunione, a cui non si è presentata la proprietà, hanno partecipato la Regione Lazio, la Città Metropolitana di Roma Capitale, la ASL Roma 6, l’ISPRA e l’Istituto Zooprofilattico di Lazio e Toscana.

Dall’incontro, che ha analizzato il documento tecnico – progettuale “ANALISI DELLO STATO DEI LUOGHI E RELAZIONE TECNICA-ECONOMICA” fornito dalla società a seguito del sopralluogo effettuato, è emersa la necessità di maggiore chiarezza e programmazione nelle operazioni di messa in sicurezza e bonifica del sito. In particolare si ritiene necessaria una relazione maggiormente dettagliatache descriva lo stato dei luoghi e le condizioni dei manufatti al fine di quantificare gli immediati interventi di messa in sicurezza.

“L’intervento più urgente rimane la messa in sicurezza del sito – spiega il Sindaco Fabio Fucci – Ma chiediamo che si intervenga con una programmazione complessiva che includa anche la rimozione dei materiali e la bonifica, onde evitare situazioni, di cui Pomezia ha già esperienza, di siti messi in sicurezza e poi abbandonati. A tal fine abbiamo chiesto alla Regione Lazio di procedere all’escussione della polizza fidejussoria di 750mila euro e, qualora la somma non dovesse bastare, di prevedere ulteriori somme a bilancio”.

La Regione, che ha già predisposto gli atti necessari a recuperare i 750mila euro, ha in sede di Conferenza dato la disponibilitàa fornire un proprio contributo economico, la cui misura, modalità e disponibilità è comunque da intendersi subordinata alla quantificazione esatta delle attività di messa in sicurezza, rimozione dei rifiuti e caratterizzazione del sito.

“I rappresentanti di Asl e Istituto Zooprofillattico – continua il Primo Cittadino – hanno confermato i risultati già ampiamente diffusi dei prelievi effettuati nei giorni dell’incendio e nelle settimane successive: nessuna fibra di amianto aero-dispersa nell’ambiente esterno e nessun rilievo di concentrazioni di sostanze organiche e inorganiche superiori alla norma. Continuiamo a tenere alta l’attenzione sulla vicenda Eco X e a monitorare ogni provvedimento che verrà messo in atto”.
   

 
 
 

07-09-17Messa in sicurezza e bonifica del sito Eco X, il Sindaco Fucci convoca una conferenza dei servizi a Pomezia il 16 novembre alle ore 11.00

Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha convocato una conferenza dei servizi per giovedì 16 novembre alle ore 11.00 per definire i provvedimenti da adottare per la messa in sicurezza e la bonifica del sito Eco X. Alla conferenza sono chiamati ad intervenire il Ministero dell’Ambiente, la Regione Lazio, l’ARPA Lazio, la Città Metropolitana di Roma Capitale, la ASL Roma 6, l’ISPRA, l’Istituto Superiore di Sanità, l’Istituto Zooprofilattico di Lazio e Toscana, i Vigili del Fuoco e la proprietà di Eco X.

Questi i punti all’ordine del giorno:
1) l'individuazione e la definizione della disponibilità economica (Protocolli d’intesa, Accordi di programma quadro, Accordi di programma, Convenzioni attuative e altri strumenti di programmazione negoziata) in ordine ai necessari interventi di messa in sicurezza, rimozione rifiuti, caratterizzazione e bonifica del sito “Eco – X”
2) in alternativa a quanto sopra, qualora le disponibilità economiche siano limitate alla sola escussione della polizza fidejussoria, l'individuazione di un approccio tecnico-progettuale ed amministrativo limitato ai necessari ed urgenti interventi messa in sicurezza;
3) discussione ed eventuale approvazione del documento tecnico – progettuale “ANALISI DELLO STATO DEI LUOGHI E RELAZIONE TECNICA-ECONOMICA | ECO X Srl ECO SERVIZI PER L'AMBIENTE Srl | Stabilimento Via Pontina Vecchia Km. 33,381 | 00071 Pomezia (RM)”.

“E’ necessario individuare i mezzi e le risorse a disposizione per effettuare la messa in sicurezza e la bonifica del sito – spiega il Sindaco Fucci – e concordare una strategia comune e condivisa per procedere nel minor tempo possibile. Dopo le richieste del Comune di Pomezia è partito l’iter in Regione per l’escussione della polizza fidejussoria stipulata dalla ditta Eco X a garanzia degli obblighi sullo smaltimento dei rifiuti. La conferenza dei servizi ci permetterà di definire se la somma recuperata sarà sufficiente per coprire interamente i costi della bonifica o se sarà necessario l’intervento degli Enti superiori”.

 
 

20-10-17 Eco X di Pomezia, la Regione avvia l’escussione della polizza fidejussoria

Dopo le richieste del Comune di Pomezia è partito l’iter per l’escussione della polizza fidejussoria stipulata dalla ditta Eco X a garanzia degli obblighi sullo smaltimento dei rifiuti. La Regione Lazio, in quanto ente beneficiario della polizza, riscuoterà le somme impegnate per provvedere allo smaltimento dei rifiuti, alla messa in sicurezza, alla bonifica e al ripristino ambientale.

“Secondo quanto stabilito dalla polizza fidejussoria, la Regione recupererà poco più di 700mila euro – spiega il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci – Una somma che molto probabilmente non basterà per la totale messa in sicurezza del sito. La proprietà di Eco X infatti ha incaricato una ditta specializzata di effettuare un sopralluogo al fine di valutare le operazioni di bonifica da porre in essere. Dopo il sopralluogo, effettuato il 12 settembre scorso, ci è stata trasmessa la relazione tecnico-economica che riporta cifre ben più alte”.

La relazione divide le operazioni in 3 fasi:

Fase 1: contenimento delle fonti di inquinamento/messa in sicurezza
Costo stimato = 114.600 euro
In particolare, la Fase 1 dovrà riguardare il contenimento delle fonti di contaminazione sulle matrici ambientali che prevede:
1. valutazione dello stato dei luoghi e redazione di un Piano di lavoro in conformità al D.Lgs. 81/08 art. 256 e s.m.i. e del D.M. 6/9/1994
2. presentazione del Piano di Intervento e di Lavoro all’ASL competente per territorio
3. Realizzazione delle opere provvisionali e di sicurezza previste dal piano di lavoro
4. Realizzazione dell’intervento di messa in sicurezza, mediante confinamento e monitoraggio delle matrici inquinanti (aria, suolo e sottosuolo).

Fase 2: mappatura e caratterizzazione dei rifiuti
Costo stimato = 53.000 euro

La Fase 2 è rivolta prevalentemente ad una mappatura del sito, mediante la classificazione e caratterizzazione dei rifiuti presenti, la loro localizzazione, la quantificazione e le tecniche/modalità da adottare per il loro confezionamento, trasporto e smaltimento. Nell’indagine analitica, particolare risalto dovrà essere data a quegli inquinanti che potenzialmente hanno potuto contaminare i rifiuti, originariamente “rifiuti speciali non pericolosi”, ed in particolare: diossine, furani, amianto.

Fase 3: rimozione dei materiali/bonifica
Costo stimato = 5.110.000 euro (la cifra può variare in base all’analisi dei rifiuti)
In questa fase si dovrà procedere all’asportazione dei rifiuti presenti, mediante confezionamento, carico, trasporto e smaltimento. Fermo restando che la mappatura e la classificazione effettuata nella Fase 2 fornirà la tipologia e i giusti codici CER da attribuire ad ogni singola tipologia, per una corretta applicazione della normativa in materia di rifiuti, comunque questi dovranno essere trattati (rimossi, confezionati e caricati) con tecniche operative specifiche e per gruppi/tipologie omogenee.

“Con i soldi della polizza fidejussoria – aggiunge il Primo Cittadino – è possibile avviare subito la messa in sicurezza (fase 1) e la mappatura dei rifiuti (fase 2) e iniziare a provvedere alla bonifica (fase 3). E’ evidente che la somma non riuscirà a coprire l’intero costo degli interventi, ma qualora la proprietà non dovesse provvedere, chiediamo alla Regione di farsi carico di tutte le spese necessarie alla bonifica e al ripristino ambientale. Il Comune di Pomezia non può coprire una spesa così alta, significherebbe togliere fondi alle strade, alle scuole, ai servizi sociali e non possiamo permettere che la Città paghi di tasca propria responsabilità altrui. Lunedì 23 ottobre sarò personalmente in Regione per sollecitare tali provvedimenti”.

 
 

27-09-17Verbale dell'incontro del 27 luglio 2017 presso l’Assessorato Ambiente e Rifiuti della Regione Lazio.

Presenti il Comune di Pomezia, la Città Metropolitana di Roma Capitale, ARPA Lazio, Asl Roma 6 e i Vigili del Fuoco

 
 

25-09-17 Eco X, il Comune rimuove i rifiuti dal piazzale antistante il sito

Rimossi tutti i rifiuti che erano stati accatastati nel piazzale antistante il sito Eco X dopo l’incendio del 5 maggio scorso. Questa mattina il Comune di Pomezia ha provveduto alla pulizia dell’area dopo le ripetute ordinanze e diffide nei confronti dei proprietari della ditta, tutte rimaste disattese.

“Siamo intervenuti per ripristinare la pulizia del piazzale ed evitare che l’area si trasformasse in un’enorme discarica a cielo aperto – spiega il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci – Il costo dell’intervento sarà messo in carico ai proprietari di Eco X, responsabili della bonifica del sito e della pulizia dell’area. Come noto, la società non ha in questi mesi provveduto in alcun modo alla messa in sicurezza e alla bonifica, così come richiesto dall’ordinanza sindacale emessa il 10 maggio scorso. A questo punto è necessario che intervengano le istituzioni preposte: il Comune ha provveduto a rimuovere i rifiuti e ripulire il piazzale del sito; la Regione Lazio, in quanto beneficiaria della polizza fidejussoria stipulata dalla società, deve ora provvedere allo smaltimento dei rifiuti, alla messa in sicurezza, alla bonifica e al ripristino ambientale. Quando si parla di salute dei cittadini, Zingaretti cosa aspetta a intervenire?”.

 
 

12-09-17Eco X, la società non provvede alla bonifica del sito. Il Sindaco di Pomezia chiede alla Regione Lazio di intervenire: “E’ l’Ente beneficiario della polizza fidejussoria”

Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha inviato questa mattina una nota alla Regione Lazio in cui richiede all’Ente regionale di provvedere alla messa in sicurezza e alla bonifica del sito Eco X andato in fiamme a maggio scorso. Già il 10 maggio il Sindaco aveva emesso un’ordinanza, a cui è seguita una diffida il 17 agosto scorso, che imponeva alla ditta proprietaria del sito di provvedere al puntellamento e transennamento delle zone a rischio crollo, al trattamento dei manufatti in cemento amianto, alla bonifica da concordare con il N.O.E. dei Carabinieri e all’esecuzione di tutte le procedure di prevenzione indicate dalla Asl Roma 6, quali tenere costantemente bagnato il sito. Da un sopralluogo effettuato l’8 settembre scorso dalla Polizia Locale e dall’Ufficio Ambiente risulta l’inottemperanza dell’ordinanza in oggetto.

“La Regione Lazio è l’Ente beneficiario della polizza fidejussoria stipulata dalla ditta Eco X a garanzia degli obblighi sullo smaltimento dei rifiuti – spiega il Sindaco Fabio Fucci – Ciò significa che, in caso di inadempienze del contraente, è la Regione a riscuotere i soldi della polizza necessari a provvedere allo smaltimento dei rifiuti, alla messa in sicurezza, alla bonifica e al ripristino ambientale. Dal momento che la società, nel corso di questi mesi, non ha provveduto a rimuovere i rifiuti né tantomeno a predisporre un piano di bonifica, è necessario che le istituzioni preposte intervengano al più presto. Il sito è ancora sotto sequestro, ma chiediamo con urgenza alla Regione Lazio di predisporre tutti gli atti necessari ad avviare l’iter per la bonifica del sito andato distrutto, a garanzia della salute pubblica e del territorio”.

 
 

21-08-17Il Sindaco Fabio Fucci invia una lettera di diffida ai legali rappresentanti dell’Azienda Eco-x ad ottemperare quanto previsto dall’ordinanza n.9 del 10.05.2017

In data 17.08.2017, il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha diffidato il legale rappresentante dell’Azienda Eco-x srl, proprietaria dell’immobile e il legale rappresentante dell’Azienda Eco Servizi per l’Ambiente srl, gestore dell’attività condotta nell’immobile, ad ottemperare alle disposizioni impartite con l'ordinanza sindacale n. 9 del 10/05/2017, previa autorizzazione della Procura della Repubblica di Velletri, predisponendo ed attuando entro e non oltre dieci giorni dalla notifica della diffida, i seguenti interventi per la messa in sicurezza dell’area soggetta all’incendio dello scorso 5 maggio:

- Puntellamento e transennamento delle zone a rischio crollo con conseguente trattamento dei manufatti in cemento amianto con prodotti incapsulanti con conseguente impedimento di materiale nell'ambiente;
- Messa in atto del piano di bonifica previo esame dei luoghi da concordare preventivamente con il N.O.E. dei Carabinieri;
- Esecuzione di tutte le procedure di prevenzione indicate dalla Asl Roma 6, quali tenere bagnato il sito per evitare lo svilupparsi di altri incendi.

Il Primo Cittadino invita inoltre la ASL ROMA 6 a vigilare sulla corretta esecuzione degli interventi da parte delle indicate Società, nonché di effettuare costanti monitoraggi della qualità dell’aria circostante durante i suddetti interventi, allo scopo di accertare che le operazioni di umidificazione e successiva bonifica dell’area non comportino la dispersione di particolato nell’atmosfera, tramite la misurazione della concentrazione del medesimo particolato.

"Con questa lettera diffido i legali rappresentanti dell’azienda Eco-x e dell’azienda Eco Servizi per l’Ambiente ad attuare immediatamente tutte le azioni che reputo immediatamente necessarie per giungere alla completa bonifica dell’area – dichiara il Sindaco Fabio Fucci – Per il bene della comunità che rappresento e per la tutela della salute dei miei concittadini, – aggiunge il Primo Cittadino -  è di fondamentale importanza che non si perda altro tempo e che la Regione Lazio provveda alla immediata riscossione della polizza per la rimozione definitiva del materiale,  laddove vi fosse ancora una totale indifferenza da parte dei soggetti interessati a risolvere in via conclusiva la questione Eco-x".

 

03-08-17Incendio alla Eco X di Pomezia, revocati i divieti di raccolta e pascolo nei pressi del sito

La vice Sindaco Elisabetta Serra ha appena firmato l’ordinanza che revoca i divieti ancora in vigore entro i 716 metri di distanza dal sito Eco X. A partire da oggi 3 agosto 2017 quindi non sono più in vigore:

· il divieto di raccolta, vendita e consumo di prodotti ortofrutticoli coltivati;
· il divieto di pascolo degli animali;
· il divieto di utilizzo di foraggi per alimentazione animale provenienti dall'area interessata ed eventualmente esposti alla ricaduta da combustione;
· l'obbligo di provvedere al mantenimento degli animali da cortile in stabulazione chiusa, evitando il razzolamento.

“La Asl - spiega la vice Sindaco - ci ha comunicato che, visto l’esito degli accertamenti sulle matrici vegetali effettuati dall’Istituto zooprofilattico, ci sono le condizioni per ridurre a zero il raggio dei divieti ancora in vigore. Con questa ordinanza revochiamo dunque ogni divieto di pascolo e raccolta, constatando il buon esito delle analisi effettuate dal 12 giugno in poi (data dell’ordinanza che stabiliva il divieto a un raggio di 716 metri, ndr). Rimaniamo ora in attesa di ulteriori comunicazioni da parte della Procura di Velletri sui tempi del dissequestro del sito, affinchè si possa procedere il prima possibile con la bonifica”.

 
 
 
 

26-07-17Incendio alla Eco X di Pomezia, convocata una riunione presso l’Assessorato Ambiente e Rifiuti della Regione Lazio

L’Assessorato Ambiente e Rifiuti della Regione Lazio ha convocato una riunione per fare il punto sulla vicenda Eco X domani 27 luglio alle ore 15.00. Sono stati convocati il Comune di Pomezia, la Città Metropolitana di Roma Capitale, ARPA Lazio, Asl Roma 6 e i Vigili del Fuoco

 

12-06-17Incendio alla Eco X di Pomezia, il divieto di raccolta e pascolo ridotto a un raggio di 0,716 km. di distanza dal sito

Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha appena firmato l’ordinanza che riduce da 5 km a 0,716 km il raggio di distanza dal sito di Eco X per:

· il divieto di raccolta, vendita e consumo di prodotti ortofrutticoli coltivati;
· il divieto di pascolo degli animali;
· il divieto di utilizzo di foraggi per alimentazione animale provenienti dall'area interessata ed eventualmente esposti alla ricaduta da combustione;
· l'obbligo di provvedere al mantenimento degli animali da cortile in stabulazione chiusa, evitando il razzolamento.

I divieti permangono dunque entro i 716 metri dal luogo dell’incendio. L’ordinanza dispone inoltre, i n via cautelativa, per i produttori primari che ricadono nel raggio di 5 Km e che utilizzano tecniche di allevamento a stabulazione libera o semilibera, l'inserimento nelle GMP (Goog Manifacturing Practice) e/o nei Piani di autocontrollo aziendali, di programmi dei monitoraggio per PCB, diossine e IPA su matrici: latte, uova e carni.

“La Asl - spiega il Sindaco - ci ha comunicato che, visti gli esiti delle ultime analisi sugli inquinanti e del monitoraggio su vegetali e animali, che non rilevano anomalie, possiamo limitare ad oggi i divieti legati al pascolo di animali e alla raccolta di prodotti ortofrutticoli a un raggio di 716 metri di distanza da Eco X. Sono lieto di firmare questa ordinanza e di ridare respiro ai numerosi coltivatori e allevatori che nell’ultimo mese si sono trovati in seria difficoltà. Continueremo a monitorare la situazione e a fornire aggiornamenti alla cittadinanza”.

 
 

26-05-17Incendio alla Eco X di Pomezia, revocato l’obbligo di allontanamento dei residenti entro i 100 metri dal sito

Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha appena firmato l’ordinanza che revoca l’obbligo di allontanamento dei residenti in tutti gli edifici di comune uso personale, familiare o di lavoro, ricadenti in un raggio di 100 metri dal sito dell’incendio.

“I residenti possono finalmente rientrare nelle loro case – spiega il Primo Cittadino – I dati forniti da Asl e Arpa Lazio mostrano assenza di fibre di amianto nell’aria e una progressiva diminuzione di tutti i livelli degli inquinanti rilevati, oltre a risultati sotto i limiti previsti relativi alla presenza di diossine nel suolo entro i 100 metri dall’incendio. Raccomandiamo ai residenti, come da indicazioni Asl, il lavaggio esclusivamente con acqua delle superfici esterne ed oggetto di accumulo di polveri e la sostituzione/manutenzione dei filtri di impianti di condizionamento o areazione forzata e lavaggio delle condotte”.

Rimangono in vigore le seguenti prescrizioni:
1) Il divieto nel raggio di Km. 5 dal luogo dell’evento:
- della raccolta, della vendita e del consumo di prodotti ortofrutticoli coltivati;
- del pascolo degli animali; - dell'utilizzo di foraggi per alimentazione animale provenienti dall'area interessata ed eventualmente esposti alla ricaduta da combustione; e di provvedere al mantenimento degli animali da cortile al chiuso, evitando il razzolamento;
2) l’accurato lavaggio in acqua corrente e potabile dei prodotti ortofrutticoli derivanti dalla coltivazione nei terreni posti al di fuori della predetta area ma in zone immediatamente prospicienti

 
 

23-05-17Incendio alla Eco X di Pomezia, il Sindaco incontra il Procuratore di Velletri

Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha incontrato questa mattina il Procuratore di Velletri Dott. Prete che ha in carico le indagini su Eco X: “Il Procuratore ha accolto le mie preoccupazioni e richieste rispetto alla situazione legata alla bonifica del sito e ha assicurato che cercherà di ridurre il più possibile i tempi per gli accertamenti tecnici necessari all’attività investigativa. I tempi sono quantificati orientativamente in alcune settimane. La bonifica potrà partire non appena verrà effettuato il dissequestro del sito. Al Dott. Prete e a tutta la Procura di Velletri va il mio ringraziamento per il lavoro che stanno portando avanti e un sincero augurio per la buona riuscita delle indagini”.

 
 

23-05-17Incendio Eco X, arrivano le analisi di Arpa Lazio per piazza Indipendenza: non c’è diossina nell’aria

Guarda il VIDEO del Sindaco

Le rilevazioni della centralina che Arpa Lazio ha installato a Pomezia in piazza Indipendenza non hanno rilevato valori anomali di diossina e altri inquinanti nell’aria, mentre quelle nei pressi del luogo dell’incendio stanno tornando gradualmente alla normalittà. Sono questi i risultati appena diffusi da Arpa Lazio.

“Una buona notizia per tutti noi – dichiara il Sindaco Fabio Fucci – Arpa e Asl continuano a monitorare la qualità dell’aria, dei terreni agricoli e degli animali aggiornandoci costantemente sui risultati. L’attenzione resta alta: il sito di Eco X riprende spesso a bruciare a causa della grande quantità di rifiuti andati a fuoco, ma voglio confermare che la situazione è monitorata quotidianamente dalle Forze dell’Ordine, dalla Polizia Locale e dai Vigili del Fuoco”.

“Come noto – continua il Primo Cittadino - il sito è sotto sequestro per le indagini in corso e non è quindi accessibile. Oggi alle 12.00 incontrerò il Procuratore Capo di Velletri Dott. Prete per avere aggiornamenti sul corso delle indagini e sui tempi per il dissequestro, indispensabili per pianificare un’operazione di bonifica. Anche qui è importante specificare che è già in vigore una mia ordinanza di bonifica, datata 10 maggio, che dispone la rimozione del materiale e la messa in sicurezza del sito. Inoltre so per certo che anche la Asl Roma 6 ha sollecitato l’amministratore delegato di Eco X a predisporre un piano urgente di bonifica”.

Il Sindaco è stato inoltre convocato in audizione presso la Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali martedì 30 maggio prossimo.

 
 

17-05-17Incendio alla Eco X di Pomezia. La Asl conferma che non sono state rilevate fibre di amianto nell’aria. Il Sindaco di Pomezia in audizione presso la Commissione Ambiente della Regione Lazio

Si è svolta questa mattina la Commissione Ambiente della Regione Lazio per trattare l’incendio presso lo stabilimento Eco X di Pomezia. In audizione il Sindaco Fabio Fucci, il direttore di ARPA Lazio Marco Lupo, il direttore della Asl Roma 6 Narciso Mostarda.

“Il Direttore Asl ha confermato che non sono state rilevate fibre di amianto disperse nell’aria (vedi allegato) – spiega Fucci – Il direttore di Arpa Lazio ha esposto gli ultimi dati sul monitoraggio di diossine nell’aria che confermano una concentrazione elevata nei primi giorni dell’incendio nei pressi dello stabilimento, quantità in diminuzione nelle ore successive. Procedono i campionamenti sugli ortaggi e sul latte degli ovini che, da quanto detto, risultano per ora non rilevare presenza di inquinanti (Leggi qui). La situazione sta tornando alla normalità, ma l’attenzione resta alta, così come rimane in vigore il divieto nel raggio di 5 km dal luogo dell’evento della raccolta, della vendita e del consumo di prodotti ortofrutticoli coltivati edel pascolo degli animali, fino al completamento delle analisi ed eventuali nuove disposizioni di Asl”.

“Ho spiegato alla Commissione quanto successo nei giorni dell’incendio e in quelli successivi – prosegue il Sindaco - e ho espresso i miei forti interrogativi rispetto all’iter autorizzativo che la stessa Regione ha posto in essere in questi anni in relazione a Eco X, a partire dalla prima autorizzazione del 2010 fino all’incremento di 1.000 ton/anno di rifiuti non pericolosi del 2015. Ho chiesto all’Assessore e ai tecnici come sia stato possibile dare queste autorizzazioni senza fare le dovute verifiche sull’impianto antincendio e gli altri sistemi di sicurezza. Non ho ricevuto risposte convincenti, se non tentativi di scaricare responsabilità su altri Enti o altri dirigenti. Al Presidente Zingaretti, grande assente in questi giorni di emergenza, ho chiesto un controllo straordinario su tutti gli impianti di stoccaggio rifiuti che insistono sul nostro territorio”.

“Ho richiesto inoltre – conclude Fucci – al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e alla Procura della Repubblica l’istituzione di un presidio costante presso lo stabilimento Eco X, a causa dei frequenti episodi di riaccensione dell’incendio e produzione di fumi. Voglio comunque rassicurare la cittadinanza: la situazione legata all’incendio è sotto controllo, potranno riaccendersi ancora in questi giorni dei focolai a causa della grande quantità di materiale bruciato. I Vigili del Fuoco sono allertati e, previa autorizzazione della Procura di Velletri, intervengono immediatamente”.

 
 

16-05-17 ore 20.00 Audizione del Sindaco Fabio Fucci in Senato riguardo l'impatto legato all’incendio alla Eco-x. I dati ufficiali di diossina da parte di ARPA

Si è svolta questo pomeriggio la commissione Ambiente in Senato riguardante l'impatto dell'incendio alla Eco-x che ha coinvolto la Città di Pomezia.

"Ho spiegato alla commissione quanto successo dai momentidell'incendio fino alla diffusione dei dati di ASL e ARPA - afferma il Sindaco Fabio Fucci – Quando è scoppiato l’incendio, continua il primo Cittadino, due elementi erano da tenere maggiormente sotto controllo: la presenza di diossina e le fibre di amianto. Per questo motivo i contatti con ARPA e ASL sono stati continui, proprio per avere un costante monitoraggio della situazione che tutta la Città stava vivendo. Ho cercato di trattare il problema nel giusto modo: né generando del falso allarmismo, né sminuendo l’impatto dell’incendio. Ho emanato tutte le ordinanze necessarie per salvaguardare la salute dei miei concittadini, dei ragazzi delle scuole, delle persone che si trovavano inprossimità della Eco-x.

Riguardo l’amianto, l’ASL mi ha comunicato di non aver rilevato dispersione di fibre nell'ambiente. Riguardo la diossina oggi, con i dati ufficiali, posso confermare valori alti in prossimità dell’impianto nei giorni dell’incendio,e, da come si può dedurre dalle rilevazioni effettuate da ARPA, in discesa nei giorni successivi.

La Regione Lazio dovrà fornirci poi numerose spiegazioni –continua il Primo Cittadino - dal momento che, a partire dal 2009, la ASL aveva comunicato alla stessa Regione che non risultavano agli atti le certificazioni antincendio dello stabilimento che è stato poi autorizzato ad operare sul territorio a partiredal 2010. C'è di più. Nel 2015 la Regione Lazio ha anche autorizzato la proprietà dell'impianto ad incrementare i rifiuti non pericolosi di una quantità pari a 1.000 ton/anno. Non mi capacito su come abbia fatto la Regione Lazio ad autorizzare tale aumento senza assicurarsi che ci fossero tutte le dovute garanzie in merito all'impianto antincendio che già da tempo si presentava critico. Durante l’audizione – conclude il Sindaco – ho richiesto il massimo sostegno dal governo e da tutte le Istituzioni per fare in modo che la bonifica avvenga rapidamente e senza impatto per il nostro territorio."

Guarda il video dell'audizione

 
 
 

16-05-17 ore 13.30 Incontro tra il Sindaco Fabio Fucci e il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin: il puntodella situazione sull’incendio alla Eco-X

Questa mattina il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin siè recata presso il luogo dell’incendio per voler constatare personalmente lasituazione della Eco-X.
“Ringrazio il Ministro per l’attenzione che ha mostrato inquesti giorni verso la nostra Città – dichiara il Sindaco Fabio Fucci – La sua visita è stata l’occasione per fare il punto sulla situazione con la ASL inmerito agli ultimi dati in loro possesso e su quelli che arriveranno nelleprossime ore, che, a detta della stessa ASL, escluderebbero la presenza di inquinanti in maniera diffusa sul territorio. Tuttavia attendiamo la certificazione che arriverà insieme ai risultati di laboratorio.
Per quanto riguarda invece i campionamenti sull’acqua destinata al consumo umano, ACEA ci comunica che, a seguito dell’incendio alla eco-x, dai controlli effettuati sia presso le fonti locali che nei principali centri di approvvigionamento, i risultati sono tutti i conformi entro i limiti stabiliti dalla legge. Continueremo ad informare la cittadinanza pubblicando integralmente tutti i risultati delle analisi non appena in nostro possesso."

12-05-17 ore 16.00
Incendio alla Eco X di Pomezia, da lunedì 15 maggio riaperte tutte le scuole

Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha appena firmato l’ordinanza che prevede la riapertura di tutte le scuole per lunedì 15 maggio prossimo, a seguito del completamento delle operazioni di pulizia straordinaria. Da lunedì saranno quindi riaperti anche gli istituti superiori:

- IIS Largo Brodolini
- IS Via Copernico
- Liceo Classico e Scientifico “Blaise Pascal” – Via P. Nenni
- Liceo Artistico Pablo Picasso: Via Cavour e Via Lamarmora

Si conferma che, in base alle indicazioni della Asl, restano validi i seguenti divieti e raccomandazioni:
1) Il divieto nel raggio di Km. 5 dal luogo dell’evento:
- della raccolta, della vendita e del consumo di prodotti ortofrutticoli coltivati;
- del pascolo degli animali;
- dell'utilizzo di foraggi per alimentazione animale provenienti dall'area interessata ed eventualmente esposti alla ricaduta da combustione;
- di provvedere al mantenimento degli animali da cortile al chiuso, evitando il razzolamento.
2) I prodotti ortofrutticoli derivanti dalla coltivazione nei terreni posti al di fuori della predetta area ma in zone immediatamente prospicienti, dovranno essere sottoposti prima della consumazione ad accurato lavaggio in acqua corrente e potabile.
3) In tutti gli edifici di comune uso personale, familiare o di lavoro, ricadenti in un raggio di 100 mt. l'allontanamento dei residenti.

Si raccomanda:
1) Il lavaggio esclusivamente con acqua delle superfici esterne ed oggetto di accumulo di polveri evitando getti che possano rimettere in circolo le medesime.
2) Per impianti di condizionamento o areazione forzata, la sostituzione/manutenzione dei filtri e il lavaggio delle condotte.

Proseguono le attività di lavaggio straordinario delle strade del territorio. Continueremo a fornire aggiornamenti alla cittadinanza.

 
 

12-05-17 ore 13.00Incendio alla eco X di Pomezia, i dati aggiornati sulle analisi di Arpa Lazio

Si comunica che sono giunti pochi minuti fa gli ultimi aggiornamenti sulle analisi di Arpa Lazio effettuate nei pressi del luogo dell’incendio.

Di seguito la nota di Arpa Lazio:

Nella seguente tabella si riportano i risultati ad oggi disponibili relativi alle concentrazioni medie di PM10.


I dati del 10 maggio confermano che le concentrazioni di PM10 stanno tornando ai valori caratteristici stagionali della qualità dell’aria anche nelle immediate vicinanze dell’incendio.
Sono state completate le determinazioni analitiche per la ricerca di microinquinanti organici sui campioni relativi alle giornate del 5 e 6 maggio 2017 prelevati in via Pontina Vecchia km 33,38 nelle immediate vicinanze dell’incendio (100-200 m).

Nella seguente tabella vengono riportati sinteticamente i dati ottenuti:



La concentrazione di benzo(a)pirene, l’unico idrocarburo policiclico aromatico (IPA) normato, è superiore al valore limite annuale pari a 1 ng/m3.
Le concentrazioni di policlorobifenili (PCB), per i quali non è stabilita una concentrazione di riferimento, sono risultate sensibilmente superiori a quelle rilevate normalmente in aria ambiente.
Le concentrazioni di diossine e furani, per le quali l’OMS ha indicato come riferimento indicativo per ambienti urbani un valore di 0,1 pg/m3, sono risultate estremamente più elevate del suddetto valore, presumibilmente a causa dell’entità e del materiale combusto durante l’incendio.
A breve verrà trasmesso ad integrazione della presente il relativo rapporto di prova, nel quale le concentrazioni di diossine sono espresse in fentogrammi (1000 fentogramni = 1 picogrammo).

I dati di concentrazione delle diossine e degli altri inquinanti il 5 e 6 maggio nei pressi dell’incendio confermano le preoccupazioni che dalle prime ore ci hanno visto al lavoro in collaborazione con i Vigili del Fuoco, la Asl e l’Arpa Lazio– dichiara il Sindaco Fabio Fucci –Le iniziative intraprese in questi giorni con le ordinanze sindacali che impongono limiti e divieti nelle vicinanze del capannone andato in fiamme hanno consentito di tutelare la salute dei residenti. L’attenzione resta alta: siamo in stretto contatto con gli Enti deputati e continueremo a comunicare gli aggiornamenti alla popolazione. Ci tengo ad informare la cittadinanza che ieri sono stato in audizione presso la Commissione infiltrazioni mafiose della Regione Lazio dove ho relazionato sugli ultimi avvenimenti che hanno interessato la Città di Pomezia, dall’atto intimidatorio alla casa comunale fino all’incendio di Eco X, e ho chiesto alla Commissione regionale di farsi portavoce verso tutte le istituzioni di riferimento affinché si lavori al meglio per tutelare la nostra comunità. Inoltre martedì prossimo sarò in Senato per relazionare sulla vicenda Eco X in Commissione Ambiente”.

Si conferma che, in base alle indicazioni della Asl, restano validi i seguenti divieti e raccomandazioni:
1) Il divieto nel raggio di Km. 5 dal luogo dell’evento:
- della raccolta, della vendita e del consumo di prodotti ortofrutticoli coltivati;
- del pascolo degli animali;
- dell'utilizzo di foraggi per alimentazione animale provenienti dall'area interessata ed eventualmente esposti alla ricaduta da combustione;
- di provvedere al mantenimento degli animali da cortile al chiuso, evitando il razzolamento.
2) I prodotti ortofrutticoli derivanti dalla coltivazione nei terreni posti al di fuori della predetta area ma in zone immediatamente prospicienti, dovranno essere sottoposti prima della consumazione ad accurato lavaggio in acqua corrente e potabile.
3) In tutti gli edifici di comune uso personale, familiare o di lavoro, ricadenti in un raggio di 100 mt. l'allontanamento dei residenti.

Si raccomanda
1) Il lavaggio esclusivamente con acqua delle superfici esterne ed oggetto di accumulo di polveri evitando getti che possano rimettere in circolo le medesime.
2) Per impianti di condizionamento o areazione forzata, la sostituzione/manutenzione dei filtri e il lavaggio delle condotte.

 
 

12-05-17Pulizia straordinaria delle scuole del Comune di Pomezia dopo l’incendio alla Eco X, il Sindaco scrive ai dirigenti scolastici

Proseguono le opere di pulizia straordinaria negli istituti superiori della Città che consentiranno, a partire da lunedì, la riapertura di tutte le scuole di Pomezia. Sugli interventi di questi giorni e per evitare che vengano veicolate informazioni errate o confuse, il Sindaco Fabio Fucci scrive ai Dirigenti scolastici: 

"Visto il grave incendio sviluppatosi in data 5 maggio u.s. presso lo stabilimento ECO X sito in via Pontina Vecchia a Pomezia, e che questo Ente ha attivato tutti i provvedimenti previsti a tutela della salute pubblica cittadina a fronte dell’emergenza, sono a raccomandare le Signorie Loro di attenersi strettamente alle disposizioni stabilite da questo Comune con ordinanza sindacale con particolare riferimento alle prescrizioni stabilite dall’Autorità sanitaria e da quelle preposte alle verifiche ambientali, e di evitare iniziative che non siano preventivamente coordinate con l’Amministrazione Comunale”.   

"Voglio rassicurare i genitori di tutti gli studenti di Pomezia – aggiunge il Primo Cittadino - La salute dei nostri concittadini e in particolare di bambini e ragazzi è sempre stata al primo posto nella mia agenda in questi giorni di emergenza. Le uniche disposizioni legate alla chiusura, pulizia e riapertura delle scuole sono contenute nelle ordinanze sindacali emesse in questi giorni e ufficialmente trasmesse agli istituti scolastici. Di conseguenza la riapertura progressiva dei plessi è legata al completamento degli interventi di pulizia che sono stati effettuati seguendo le raccomandazioni della Asl. Ai Presidi, convocati lunedì scorso per coordinare gli interventi di pulizia, chiedo di attenersi alle disposizioni dell’Ente. Chi tra loro ha preso iniziative diverse, come nel caso del Circolo Didattico di via Matteotti, non le ha condivise con il Comune di Pomezia e se ne assume la piena responsabilità. Invito tutta la cittadinanza a seguire le indicazioni e le raccomandazioni degli Enti deputati e dei canali istituzionali”.

Tutte le ordinanze e gli aggiornamenti sono pubblicati sul sito istituzionale del Comune di Pomezia: http://www.comune.pomezia.rm.it/incendio_ecox


 
 

11-05-17Incendio alla Eco X di Pomezia, nuova ordinanza del Sindaco per la riapertura delle scuole

Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha firmato una nuova ordinanza che dispone la riapertura di tutte le scuole di Pomezia ad esclusione degli istituti superiori. Nel dettaglio domani 12 maggio 2017 verranno riaperte i seguenti plessi:

- Scuola Superiore di I° grado “Fabrizio De Andrè”, Via Cesare Fiorucci snc
- Scuola dell’Infanzia e Primaria Santa Procula – Via delle Vittorie, 1
- Scuola dell’Infanzia e Primaria Castagnetta – Via Castagnetta 27/A
- Scuola dell’Infanzia e Primaria Cincinnato – Largo Cincinnato
- Scuola Primaria S.G. Bosco – Via Guerrazzi

Rimarranno invece chiuse le scuole, dove si sta procedendo con la pulizia straordinaria:

- IIS Largo Brodolini
- IS Via Copernico
- Liceo Classico e Scientifico “Blaise Pascal” – Via P. Nenni
- Liceo Artistico Pablo Picasso: Via Cavour e Via Lamarmora 

Sulle polemiche nate questa mattina a seguito della decisione di alcuni dirigenti scolastici di chiudere i plessi che erano già stati riaperti con ordinanza del Sindaco, il Primo Cittadino chiarisce:

“La pulizia dei plessi scolastici è stata effettuata attraverso tre diverse squadre di pulizia dal Comune di Pomezia che, in via precauzionale, ha disposto un intervento straordinario secondo le indicazioni della Asl sul lavaggio delle superfici esterne ed oggetto di accumulo di polveri. Le strutture scolastiche sono state quindi pulite e riaperte secondo un calendario comunicato giornalmente alle scuole e alla cittadinanza. La scelta di alcuni dirigenti scolastici di rimandare gli studenti a casa non è stata presa su indicazione del Comune di Pomezia, pertanto sono gli stessi dirigenti ad assumersene la responsabilità. Spero che si possa continuare ad operare con la massima collaborazione e con l’unico interesse comune del benessere dei nostri bambini e dell’intera cittadinanza”.

Si comunica inoltre che rimangono vigenti i seguenti divieti:
1) Il divieto nel raggio di Km. 5 dal luogo dell’evento:
- della raccolta, della vendita e del consumo di prodotti ortofrutticoli coltivati;
- del pascolo degli animali;
- dell'utilizzo di foraggi per alimentazione animale provenienti dall'area interessata ed eventualmente esposti alla ricaduta da combustione;
- di provvedere al mantenimento degli animali da cortile al chiuso, evitando il razzolamento.
2) I prodotti ortofrutticoli derivanti dalla coltivazione nei terreni posti al di fuori della predetta area ma in zone
immediatamente prospicienti, dovranno essere sottoposti prima della consumazione ad accurato lavaggio in acqua corrente e potabile.
3) In tutti gli edifici di comune uso personale, familiare o di lavoro, ricadenti in un raggio di 100 mt.
l'allontanamento dei residenti.

Si raccomanda, come indicato dalla Asl:
1) Il lavaggio esclusivamente con acqua delle superfici esterne ed oggetto di accumulo di polveri evitando getti che possano rimettere in circolo le medesime.
2) Per impianti di condizionamento o areazione forzata, la sostituzione/manutenzione dei filtri e il lavaggio delle condotte.

 
 
 

11-05-17 Incendio alla Eco X di Pomezia, i dati dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale sui campioni di frutta e verdura

Si informa la cittadinanza che la Asl Roma 6 ha pubblicato i primi esiti del piano di monitoraggio dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale su ortaggi e foraggi destinati al consumo umano e/o animale che non rilevano presenza di idrocarburi sui campioni prelevati a Pomezia nelle vicinanze del luogo dell'incendio.

 
 

11-05-17 Incendio alla Eco X di Pomezia, le analisi aggiornate di Arpa Lazio

Procede il monitoraggio di Arpa Lazio sulla qualità dell'aria. Le ultime analisi effettuate con campionatori specificatamente installati nelle immediate vicinanze dell'incendio mostrano che le seguenti concentrazioni medie di PM10 (Materia Particolata):

- 05/05/2017: 130 ug/m3
- 06/05/2017: 73 ug/m3
- 07/05/2017: 373 ug/m3
- 08/05/2017: 52 ug/m3
- 09/05/2017: 39 ug/m3

Si allega la nota

 
 

10-05-17 ore 18.00Incendio alla Eco X di Pomezia, il Sindaco ordina all’azienda di bonificare il sito

Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha appena firmato un’ulteriore ordinanza che “in considerazione dei risultati finora raccolti, che indicano la presenza di fibre di amianto nelle lastre di copertura dei capannoni dello stabilimento Eco X coinvolti dall’incendio” ordina all’azienda Eco X “di adottare con urgenza gli interventi di tempestiva rimozione in sicurezza dei materiali ivi presenti e di contestuale bonifica del sito, nel rispetto della normativa vigente a tutela della salute pubblica”.

“Come indicato dalla Asl – spiega il Sindaco Fucci - L’azienda Eco X dovrà garantire che le strutture e i materiali presenti nel luogo dell’incendio vengano opportunamente e costantemente umidificati per evitare la dispersione di particolato dal sito in oggetto, fino alla completa rimozione delle stesse e bonifica dell’area. L’ordinanza incarica la Asl Roma 6 di vigilare sulla corretta esecuzione degli interventi ordinati alla Società Eco X, nonché di effettuare costanti monitoraggi della qualità dell’aria circostante”.

“Siamo ancora in attesa di ricevere dagli Enti competenti i risultati delle analisi sull’eventuale dispersione di fibre di amianto nell’aria – conclude Fucci - che possano confermare le rassicuranti anticipazioni del Ministro della Salute dichiarate alla Camera dei Deputati questo pomeriggio. Fino a quel momento rimangono vigenti le disposizioni adottate con l’ultima ordinanza”.

 
 
 

10-05-17 ore 16.30Incendio alla Eco X di Pomezia, nuova ordinanza del Sindaco sulla riapertura delle scuole

Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha appena firmato un’ordinanza che dispone, per la giornata di domani 11 maggio 2017, la riapertura delle seguenti scuole pubbliche:

-Scuola Media Marone – Via della Tecnica, 3
-Scuola Media Orazio – Via Fratelli Bandiera
-Scuola Primaria Matteotti – Via Matteotti
-Scuola Media Statale Enea – Via Danimarca 163 (Torvaianica)
-Scuola Media Statale Pestalozzi – Via Gran Bretagna 35 (Torvaianica)
-Scuola dell’Infanzia “ Singen” Via Singen
-Scuola dell’Infanzia Statale Comprensorio B – Via Turati
-Scuola dell’Infanza Statale Comprensorio C – Piazzale delle Regioni
-Scuola Primaria “Margherita Hack” – Piazzale A. Moro
-Scuola dell’infanzia statale “ Dante Alighieri” Via Dante Alighieri

Rimangono invece chiuse per consentire gli interventi straordinari di pulizia le seguenti scuole pubbliche:

-Scuola Media Statale “Fabrizio De Andrè”, Via Cesare Fiorucci snc
-Scuola Primaria S.G. Bosco – Via Guerrazzi
-Scuola dell’Infanzia e Primaria Cincinnato – Largo Cincinnato
-Scuola dell’Infanzia e Primaria Santa Procula – Via delle Vittorie, 1
-Scuola dell’Infanzia e Primaria Castagnetta – Via Castagnetta 27/A
-IIS Largo Brodolini
-IS Via Copernico
-Liceo Classico e Scientifico “Blaise Pascal” – Via P. Nenni
-Liceo Artistico Pablo Picasso: Via Cavour e Via Lamarmora

Proseguono intanto in via precauzionale gli interventi di pulizia straordinaria sulle strade dell’intero territorio comunale, a partire da quelle nelle immediate vicinanze delle scuole e dei luoghi pubblici maggiormente frequentati. Si comunica inoltre che la società che gestisce il trasporto scolastico ha provveduto il 5 maggio scorso a parcheggiare tutti gli autobus presso il deposito di Ariccia e ha provveduto a un accurato intervento di lavaggio e sanificazione dei mezzi.

Si comunica che, in attesa di ulteriori dati da parte di Asl e Arpa, rimangono vigenti esclusivamente le seguenti disposizioni:
1)Il divieto nel raggio di Km. 5 dal luogo dell’evento: -della raccolta, della vendita e delconsumo di prodotti ortofrutticoli coltivati; -del pascolo degli animali; - dell'utilizzo di foraggi per alimentazione animale provenienti dall'area interessata ed eventualmente esposti alla ricaduta da combustione; - di provvedere al mantenimento degli animali da cortile al chiuso, evitando il razzolamento.
2)I prodotti ortofrutticoli derivanti dalla coltivazione nei terreni posti al di fuori della predetta area ma in zone immediatamente prospicienti, dovranno essere sottoposti prima della consumazione ad accurato lavaggio in acqua corrente e potabile.
3)In tutti gli edifici di comune uso personale, familiare o di lavoro, ricadenti in un raggio di 100 mt. l'allontanamento dei residenti.

Si raccomanda inoltre, come indicato dalla Asl:
- il lavaggio esclusivamente con acqua delle superfici esterne e oggetto di accumulo di polveri evitando getti che possano rimettere in circolo le stesse;
- per impianti di condizionamento o aerazione forzata, la sostituzione/manutenzione dei filtri e delle condotte, in particolare per chi li ha spenti/disattivati il giorno in cui è scoppiato l’incendio e ha intenzione di riaccenderli in queste ore.

 
 

10-05-17 ore 11.30Incendio della Eco X di Pomezia, riaperto il tratto di strada in via Pontina Vecchia

Si comunica che il tratto di strada in via Pontina Vecchia nei pressi del luogo dell'incendio è riaperto alla circolazione stradale.

 
 

10-05-17Comunicazione approvvigionamento prodotti ortofrutticoli per il servizio REFEZIONE SCOLASTICA delle scuole di Pomezia

Si comunica, come da nota allegata, che gli unici approvvigionamenti provenienti dal territorio laziale sono relativi ad aziende che si trovano oltre i 50 km in linea d'aria dal luogo dell'evento e che molte di queste operano in serra (quindi culture protette) e non in campo aperto. 

 
 

09-05-17Incendio alla Eco X di Pomezia, nuova ordinanza del Sindaco: l’elenco delle scuole che riaprono domani

Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha appena firmato un’ordinanza che stabilisce il calendario di riapertura delle scuole del Comune di Pomezia.

Si informa quindi la cittadinanza che domani 10 maggio 2017 riapriranno le seguenti scuole:

-Scuola dell’Infanzia Comunale “Maria Immacolata”, Via Pier Crescenzi;
-Scuola dell’Infanzia Comunale “S.Andrea Uberto”, Via Filippo Re;
-Scuola dell’Infanzia Comunale “Gianni Rodari”, Piazzale Aldo Moro;
-Scuola dell’Infanzia Comunale “S.Francesco D’Assisi”, Via Boccaccio;
-Scuola dell’Infanzia e Primaria Statale Santa Palomba – Via Ardeatina km 20,100;
-Scuola dell’Infanzia Statale Martin Pescatore - Via Vinci(Torvaianica)
-Scuola Primaria Statale Martin Pescatore – Via Torralba (Torvaianica)
-Scuola dell’Infanzia e Primaria Statale Torvaianica Alta –Via Torvianica Alta (Torvaianica)
-Scuole dell’Infanzia e Primarie Statali Pestalozzi - Via C.A. Dalla Chiesa(Torvaianica)
-Scuola dell’Infanzia 3 – Via Marsiglia (Torvaianica)
-Asilo Nido “Piccole Orme” Via Don Luigi Sturzo s.n.c.
-Asilo Nido “L’Isola che non c’è” Via Fratelli Bandiera 47

Rimarranno ancora CHIUSE le seguenti scuole su cui proseguiranno gli interventi di pulizia straordinaria:

-Scuola Media Statale “Fabrizio De Andrè”, Via Cesare Fiorucci snc
-Scuola dell’Infanzia e Primaria Santa Procula – Via delle Vittorie, 1
-Scuola dell’Infanzia e Primaria Santa Castagnetta – Via Castagnetta 27/A
-Scuola Media Marone – Via della Tecnica, 3
-Scuola Primaria S.G. Bosco – Via Guerrazzi
-Scuola Media Orazio – Via Fratelli Bandiera
-Scuola dell’Infanzia e Primaria Cincinnato – Largo Cincinnato
-Scuola Primaria “Margherita Hack” – Piazzale A. Moro
-Scuola Primaria Matteotti – Via Matteotti
-Scuola Media Statale Enea – Via Danimarca 163 (Torvaianica)
-Scuola Media Statale Pestalozzi – Via Gran Bretagna 35 (Torvaianica)
-IIS Largo Brodolini
-IS Via Copernico
-Liceo Classico e Scientifico “Blaise Pascal” – Via P. Nenni
-Liceo Artistico Pablo Picasso: Via Cavour e Via Lamarmora
-Scuola dell’Infanzia “ Singen” Via Singen
-Scuola dell’infanzia statale “ Dante Alighieri” Via Dante Alighieri
-Scuola dell’Infanzia Statale Comprensorio B – Via Turati
-Scuola dell’Infanza Statale Comprensorio C – Piazzale delle Regioni

Per le STRUTTURE PRIVATE è necessario rivolgersi direttamente ai responsabili che, come previsto dalla precedente ordinanza, devono aver provveduto alla pulizia straordinaria nelle giornate dell’8 e 9 maggio.

Si ordina inoltre:
1) Come da indicazioni della ASL, il divieto nel raggio di Km. 5 dal luogo dell’evento:
-della raccolta, della vendita e delconsumo di prodotti ortofrutticoli coltivati;
-del pascolo degli animali;
- dell'utilizzo di foraggi per alimentazione animale provenienti dall'area interessata ed eventualmente esposti alla ricaduta da combustione;
- di provvedere al mantenimento degli animali da cortile al chiuso, evitando il razzolamento.
2) Come da indicazioni della ASL, i prodotti ortofrutticoli derivanti dalla coltivazione nei terreni posti al di fuori della predetta area ma in zone immediatamente prospicienti, dovranno essere sottoposti prima della consumazione ad accurato lavaggio in acqua corrente e potabile.
3) In tutti gli edifici di comune uso personale, familiare o di lavoro, ricadenti in un raggio di 100 mt. rimane l'allontanamento dei residenti fino a nuova comunicazione.
4) In via precauzionale, una pulizia straordinaria di tutte le strade interessate dall’evento nonché delle relative pertinenze, a partire da quelle nelle immediate vicinanze delle scuole e dei luoghi pubblici maggiormente frequentati.

In accordo con la Asl e in attesa di ricevere i risultati delle analisi, si raccomanda, a titolo precauzionale:
- il lavaggio esclusivamente con acqua delle superfici esterne e oggetto di accumulo di polveri evitando getti che possano rimettere in circolo le stesse;
- per impianti di condizionamento o aerazione forzata, la sostituzione/manutenzione dei filtri e delle condotte, in particolare per chi li ha spenti/disattivati il giorno in cui è scoppiato l’incendio e ha intenzione di riaccenderli in queste ore.

Sul tavolo di questa mattina presso l’Assessorato all’Ambiente della Regione Lazio, il Sindaco Fabio Fucci spiega: “La Asl ha confermato la presenza di amianto sul campione prelevato dalla copertura dell’edificio incendiato, anche se non è ancora possibile stabilire la sua eventuale dispersione nell’ambiente. I tecnici Asl hanno inoltre prelevato diversi campioni di polveri dai davanzali delle case nelle immediate vicinanze del sito per analizzare eventuali elementi inquinanti. I risultati dovrebbero arrivare entro la giornata di venerdì. Inoltre l’Arpa Lazio ha trasmesso alla Asl il modello matematico realizzato per studiare la ricaduta delle polveri causate dalla combustione sulla base della direzione dei venti, a partire dal quale verrà organizzata la campagna di monitoraggio a lungo termine delle prossime settimane”.

 
 

09-05-17 ore 12.00Eco X di Pomezia, incendio spento. Il Sindaco in Regione

Si comunica che questa mattina l’incendio presso lo stabilimento Eco X è stato completamente spento. I Vigili del Fuoco sono ancora sul posto per i lavori di rimozione del materiale incendiato. Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci è in questo momento in Regione Lazio per un incontro con l’Assessorato all’Ambiente e tutti gli Enti coinvolti.

A Pomezia proseguono gli interventi di pulizia straordinaria degli edifici scolastici e delle strade. Nel pomeriggio giungeranno aggiornamenti rispetto alla riapertura delle scuole per la giornata di domani.

 
 

08-05-17 ore 17.00Incendio alla Eco X di Pomezia, l’incontro tra il Sindaco Fabio Fucci, Asl Roma 6 e Arpa Lazio

A seguito dell’incontro svolto questo pomeriggio presso il Comune di Pomezia tra il Sindaco Fabio Fucci - raggiunto poi dalla Sindaca di Roma Virginia Raggi - la Asl Roma 6 e Arpa Lazio, il Primo Cittadino di Pomezia dichiara:

“Gli enti regionali ci hanno chiarito la metodologia delle analisi fatte e quelle in corso. E’ stato rilevato e inviato in laboratorio un campione della copertura del capannone andato in fiamme per valutare se si tratta o meno di amianto ed eventualmente di che tipo. I risultati di queste analisi ci saranno comunicati nelle prossime ore. Sono inoltre in corso una serie di rilevazioni sull’aria per valutare, qualora fosse presente amianto, la quantità e la direzione della dispersione. Sono stati inoltre prelevati campioni di frutta, verdura, mangimi e foraggi nelle coltivazioni e nei campi nel raggio di 5 km dal luogo dell’incendio. I risultati di queste ultime analisi ci saranno trasmesse tra giovedì e venerdì”.

Sulle analisi della qualità dell’aria effettuate da Arpa di cui sono stati diffusi poche ore fa i primi risultati, il Sindaco Fucci spiega: “Arpa Lazio ha installato un’ulteriore centralina nel territorio comunale ma a notevole distanza dal capannone andato in fiamme, per valutare l’impatto sull’intera Città, a cui seguiranno analisi nelle zone limitrofe a Pomezia. Arpa è in attesa delle d eterminazioni analitiche di idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e diossine, i cui risultati verranno comunicati non appena disponibili, e sta lavorando a un modello matematico per valutare la ricaduta degli eventuali inquinanti nelle aree che sono state raggiunte dalle masse d’aria in movimento”.

Attualmente l’incendio è sotto controllo ma i Vigili del Fuoco sono ancora al lavoro per spegnere gli ultimi focolai. Continueremo a dare aggiornamenti nelle prossime ore.

Oggi è partita la pulizia straordinaria degli edifici scolastici, delle strade e dei giardini della Città che proseguirà anche nella giornata di domani.

In accordo con la Asl e in attesa di ricevere i risultati delle analisi di cui sopra, si raccomanda, a titolo precauzionale:
1) ai cittadini residenti nelle zone circostanti l'origine dell'incendio per un raggio di 2 Km di mantenere la chiusura delle porte e finestre delle abitazioni e delle attività commerciali, industriali e di servizi, al fine di prevenire un possibile passaggio di inquinanti.
2) il lavaggio esclusivamente con acqua delle superfici esterne e oggetto di accumulo di polveri evitando getti che possano rimettere in circolo le polveri
3) per impianti di condizionamento o areazione forzata, la sostituzione/manutenzione dei filtri e delle condotte, in particolare per chi li ha spenti/disattivati il giorno in cui è scoppiato l’incendio e ha intenzione di riaccenderli in queste ore.

Si ricorda infine che rimane in vigore l’ordinanza emessa ieri 7 maggio 2017.

 
 

08-05-17 ore 14.00 Incendio Eco X, l'Arpa Lazio diffonde i primi risultati delle misurazioni effettuate nelle vicinanze dell'incendio

Si comunica che è appena pervenuta una comunicazione di Arpa Lazio con i risultati delle misurazioni effettuate con campionatori specificatamente installati nelle immediate vicinanze dell'incendio.

Di seguito si riportano i primi risultati disponibili relativi alle concentrazioni medie di PM10 (Materia Particolata):

- 05/05/2017: 130 ug/m3
- 06/05/2017: 73 ug/m3

Si evidenzia che il dato relativo al giorno 05/05/2017 si riferisce ad un campionamento effettuato a partire dalle ore 13,30 e terminato alle ore 24,00 e pertanto rappresenta una media della concentrazione del PM10 riferita a a 10 ore e mezza. Il campionamento del 06/05/2017 è invece, come previsto dalla normativa, riferito a una media sulle 24 ore.

Il valori rilevati sono superiori al limite giornaliero di 50 ug/m3 previsti per l'aria dal D. Lgs 155/2010, ma comunque analoghi ai valori registrati nel centro urbano di Roma nei periodi invernali di maggiore criticità. Si ricorda che la normativa prevede che il limite giornaliero di 50 ug/m3 non può essere superato oltre 35 volte durante l'anno solare.

I campioni raccolti sono stati inviati ai laboratori dell'Arpa Lazio per le successive determinazioni analitiche di idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e diossine, analisi che richiedono tempi tecnici incomprimibili, i cui risultati verranno comunicati non appena disponibili.

 
 

08-05-17Incendio alla Eco X di Pomezia, il Sindaco convoca un incontro urgente con Asl Roma6 e Arpa Lazio

Si comunica che il Sindaco Fabio Fucci ha convocato un incontro urgente con Asl Roma 6 e Arpa Lazio per fare il punto della situazione a seguito dell'incendio. L’incontro è previsto per le ore 13.00. Seguiranno aggiornamenti.
Intanto proseguono le operazioni di spegnimento da parte dei Vigili del fuoco.

 
 

07-05-17Incendio alla Eco X, il Sindaco firma un’ordinanza: domani e dopodomani scuole chiuse in tutto il territorio

Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha appena firmato un’ordinanza che dispone la chiusura in via precauzionale di tutte le scuole di ogni ordine e grado per le giornate di lunedì 8 e martedì 9 maggio 2017, al fine di consentire le operazioni di pulizia straordinaria che dovranno interessare le aree eventualmente esposte alla ricaduta da combustione. Tali operazioni dovranno essere assicurate a cura dei soggetti responsabili delle strutture.

Si ordina inoltre:

1) Il divieto nel raggio di Km. 5 dal luogo dell’evento:
- della raccolta, della vendita e delconsumo di prodotti ortofrutticoli coltivati;
-del pascolo degli animali;
- dell'utilizzo di foraggi per alimentazione animale provenienti dall'area interessata ed eventualmente esposti alla ricaduta da combustione;
- di provvedere al mantenimento degli animali da cortile al chiuso, evitando il razzolamento.
2)I prodotti ortofrutticoli derivanti dalla coltivazione nei terreni posti al di fuori della predetta area ma in zone immediatamente prospicienti, dovranno essere sottoposti prima della consumazione ad accurato lavaggio in acqua corrente e potabile.
3) In tutti gli edifici di comune uso personale, familiare o di lavoro, ricadenti in un raggio di 100 mt. si dispone l'allontanamento dei residenti. Il presente divieto ha validità fino al termine delle operazioni di spegnimento fatta salva ogni modifica di tale termine in base ai risultati analitici sulla qualità dell’aria.
4) in via precauzionale, una pulizia straordinaria di tutte le strade interessate dall’evento nonché delle relative pertinenze, a partire da quelle nelle immediate vicinanze delle scuole e dei luoghi pubblici maggiormente frequentati.

Si raccomanda inoltre ai cittadini residenti nelle zone circostanti l'origine dell'incendio per un raggio di 2 Km di mantenere la chiusura delle porte e finestre delle abitazioni e delle attività commerciali, industriali e di servizi, al fine di prevenire un possibile passaggio di inquinanti.

La presente Ordinanza revoca e sostituisce l’ordinanza n. 5 del 05/05/2017.

“La situazione è sotto controllo e continuano le operazioni di spegnimento dell’incendio – dichiara Fucci – In attesa di ulteriori risultati analitici sulla qualità dell’aria, che arriveranno solo nei prossimi giorni come indicatoci dall’Arpa Lazio, invito la cittadinanza a seguire le indicazioni dell’ordinanza. Sottolineo che rimane valido l’ordine di evacuazione per i residenti che vivono nel raggio di 100 metri dal luogo dell’incendio, mentre non vige alcun obbligo di chiusura dei servizi e delle attività nel raggio di 2 km, per cui rimangono comunque valide le raccomandazioni di tenere porte e finestre chiuse”.

 
 

07-05-17Incendio alla Eco X di Pomezia, ultimi aggiornamenti.

Si informa la cittadinanza che proseguono le operazioni di spegnimento dell’incendio con separazione dei cumuli di materiale. Secondo i Vigili del Fuoco saranno necessarie alcune ore per spegnere definitivamente le fiamme. A breve verrà diramata un’ordinanza con le indicazioni da seguire per i prossimi giorni.

“Se dovesse instaurarsi un processo a carico di eventuali responsabili dell’accaduto – dichiara il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci – il Comune di Pomezia si costituirà parte civile per ottenere il risarcimento di eventuali danni ambientali, alla salute pubblica e di immagine. Siamo certi che gli organi competenti lavoreranno al meglio al fine di tutelare la nostra Città e i nostri concittadini”.

 

06-05-17 Isola ecologica di via Cincinnato chiusa domenica 7 maggio 2017

Si comunica che nella giornata di domani domenica 7 maggio 2017 l'isola ecologica di via Cincinnato a Pomezia rimarrà chiusa. I cittadini potranno recarsi presso l'impianto di Torvaianica in via Boston

 
 

06-05-17 ore 18.00 Incendio alla Eco X di Pomezia, lavaggio straordinario delle strade

Lavaggio straordinario delle strade a Santa Procula, Castagnetta e Pomezia Centro. Si comunica che a partire da stasera alle 21.00 verrà effettuato un lavaggio straordinario delle strade dei quartieri Castagnetta, Santa Procula e Pomezia Centro per arginare le polveri depositate a terra a seguito dell’incendio. Il servizio si concluderà domani mattina.

 
 

06-05-17 ore 13.00Incendio impianto Eco X, comunicazione di Arpa Lazio sul monitoraggio della Qualità dell’ aria.

In riferimento all’ incendio sviluppatosi nella mattinata del 05/05/2017 presso l’ impianto di trattamento rifiuti della Eco X sito nel comune di Pomezia, Via Pontina Vecchia Km 33.381, si comunica che durante le operazioni di validazione dei dati della rete di monitoraggio della qualità dell’aria sono state analizzate con particolare attenzione le concentrazioni misurate presso le stazioni Ciampino,Cinecittà e Fermi, più prossime al sito interessato all’incendio anche in considerazione della direzione dei venti prevalenti nella giornata. Oltre a queste stazioni sono stati considerati anche i dati rilevati dal mezzo mobile, posizionato nel centro abitato di Albano Laziale. Dall’ analisi dei dati non emergono superamenti dei limiti imposti per la qualità dell’ aria ambiente dalla normativa vigente. Sono inoltre stati analizzati i dati di concentrazione media oraria rilevati dalle medesime postazioni dimisura. Anche quest’ ultimi non hanno evidenziato picchi di concentrazione di ossidi di azoto (NOx), di polveri e di benzene. I dati sono in linea con quelli misurati nelle giornate precedenti a quella dell’incendio e coerenti con quelli misurati normalmente in questo periodo dell’anno.

Nella giornata del 05/05/2017 Arpa lazio ha provveduto ad installare dei campionatoriattivi e passivi nelle immediate vicinanze del sito dell’ evento. I risultati del monitoraggio con questi campionatori verranno resi disponibili a tutte le autorit à competenti, non appena verranno completate le determinazioni analitiche di laboratorio, che richiedono alcuni giorni. Si comunica inoltre che è in corso l’ elaborazione di una simulazione modellistica dell’ evento al fine divalutare le aree di potenziale massima ricaduta degli inquinanti prodotti dall’ incendio, sulla base della quale verranno successivamente effettuati campionamenti delle altre matrici ambientali ed alimentari interessate.

 
 

06-05-17 ore 11.00Incendio alla Eco X di Pomezia, situazione sotto controllo.Il Sindaco: “Grazie al lavoro incessante dei Vigili del Fuoco”

L’incendio esploso ieri mattina presso la Eco X di via Pontina Vecchia è oggi sotto controllo.

“I Vigili del Fuoco, che hanno lavorato tutta la notte, sonoancora sul luogo dell’incendio che è praticamente domato – dichiara il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci – La situazione è sotto controllo e il fumo è nettamente diminuito rispetto a ieri. Voglio fare un ringraziamento ai Vigili del Fuoco ea tutte le Forze dell’ordine che hanno lavorato incessantemente e sono ancoraall’opera. Siamo in attesa dei risultati delle analisi effettuate da Arpa Lazioche comunicheremo appena in nostro possesso. Invito la cittadinanza acontinuare a seguire le indicazioni dell’ordinanza emessa ieri fino a nuovecomunicazioni”.

Sulle polemiche nate a seguito di un esposto del Comitato di Quartiere Castagnetta Cinque Poderi datato 4 novembre 2016 che richiedeva all’Ente comunale di effettuare verifiche sugli ingenti quantitativi di rifiuti accumulati presso la Eco X, il Sindaco chiarisce:

“Il Comune si è prontamenteattivato dopo la segnalazione dei cittadini. La sezione Polizia Ambientaledella Polizia locale ha infatti inviato a dicembre 2016 una richiesta di sopralluogo congiunto al NOE (Nucleo Operativo Ecologico) dei Carabinieri ealla Asl Roma 6 per verificare quanto rappresentato dal Comitato di Quartiere. Non abbiamo sottovalutato la situazione, come qualcuno sta dicendo in questeore, ma richiesto l’intervento dei soggetti competenti che, con strumentazione adeguata - che il Comune non possiede -, avrebbero dovuto effettuare le verifiche richieste”.

 
 
 

05-05-17 ore 18.00Incendio alla Eco X di Pomezia, ultimi aggiornamenti
Si comunica che i Vigili del Fuoco stanno continuando le operazioni di spegnimento dell'incendio e che il fenomeno si sta notevolmente attenuando rispetto alla situazione di questa mattina. Non si hanno al momento dati che destino particolari preoccupazioni. Si ricorda che il raggio oggetto dell'ordinanza è di 2 km dal luogo dell'incendio.

05-05-17
Incendio alla Eco X di Pomezia, le disposizioni della Asl Roma 6

Si invita la cittadinanza a rispettare le disposizioni previste dall'ordinanza sindacale e a seguire le indicazioni giunte dal Dipartimento di Prevenzione Asl Roma 6:

1) tenere cautelativamente chiuse le finestre di abitazioni, scuole, uffici, strutture sanitarie e socio-assistenziali;
2) limitare temporaneamente gli spostamenti non necessari;
3) di lavare nei prossimi giorni, con molta accuratezza, frutta e verdura di propria produzione



05-05-17Incendio alla Eco X di Pomezia, il Sindaco firma un’ordinanza: scuole chiuse nel raggio di 2 km dall’incendio

Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha appena firmato un’ordinanza che dispone:

1) Ai cittadini residenti nelle zone circostanti l'origine dell'incendio per un raggio di 2 Km di mantenere la chiusura delle aperture delle abitazioni e delle attività commerciali, industriali e di servizi, al fine di prevenire un possibile passaggio di inquinanti, compresi gli impianti di areazione forzata.
2) E' fatto altresì divieto di manifestazioni ludico sportive, fruizione di impianti natatori e solarium o altri eventi programmati all'aperto. Per quanto riguarda la coltivazione e raccolta di ortaggi per uso domestico e le piantagioni ad uso commerciale, il consumo e la trasformazione dovranno avvenire solo dopo accurato lavaggio con acqua potabile. In caso di allevamento di animali deve essere vietato il pascolo di animali da reddito e ove possibile gli animali devono essere mantenuti al chiuso.
3) In tutti gli edifici di comune uso personale, familiare o di lavoro, ricadenti in un raggio di 100 mt. si dispone l'allontanamento dei residenti. Il presente divieto ha validità fino al termine delle operazioni di spegnimento fatta salva ogni modifica di tale termine in base ai risultati analitici sulla qualità dell’aria.
4) La chiusura nella giornata odierna delle scuole di ogni ordine e grado poste nel raggio di 2Km dall'incendio (scuola materna ed elementare di Castagnetta; scuola materna ed elementare di Santa Procula, ndr);
5) E' fatto obbligo a chiunque di dare alla presente ordinanza la maggior diffusione possibile.
6) La polizia municipale e’ incaricata di curare la tempestiva diffusione, con ogni mezzo, della presente ordinanza, che in copia viene immediatamente trasmessa, per le vie brevi, al signor prefetto di Roma, è pubblicata all’Albo del Comune e verrà trasmessa al Provveditorato agli Studi, alla Regione Lazio.

“Invito la cittadinanza a mantenere la calma e a rispettare le disposizioni prescritte – dichiara il Primo Cittadino – Le operazioni di spegnimento dell’incendio e di rilevazione della qualità dell’aria vanno avanti. L’Arpa è sul luogo e sta installando gli apparati di rilevazione. Daremo ampia comunicazione di ogni aggiornamento”.


05-05-17 Incendio alla Eco X in via Pontina Vecchia, sul posto Vigili del Fuoco e Forze dell’ordine

Incendio in corso all’azienda Eco X di via Pontina Vecchia. Sul posto Vigili del Fuoco e Forze dell’ordine. Dalle ultime notizie sembra che il materiale incendiato sia plastica, che sta causando la formazione di una nube nera visibile da tutte le zone della Città.

“La nostra Polizia Locale è sul posto da questa mattina – dichiara il Sindaco Fabio Fucci – Siamo già in contatto con Arpa Lazio per le analisi ambientali e seguiamo gli sviluppi per valutare eventuali provvedimenti”.





COMUNE DI POMEZIA
Piazza Indipendenza, 8 - 00071 Pomezia RM
P.I. 01040151001 - C.F. 02298490588
Tel. 06 911461 - Fax 06 91146529 - protocollo@pec.comune.pomezia.rm.it