1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Cimitero monumentale

Cimitero Monumentale Tedesco - Scorcio
Cimitero Monumentale Tedesco - Scorcio

Il Cimitero Militare Germanico di Pomezia (Deutscher Soldatenfriedhof Pomezia) si trova sulla via Pontina, nei pressi di Pomezia a circa 31 Km a sud-est di Roma nell'area che, durante la seconda guerra mondiale, fu teatro di atroci scontri per la presa di Roma dopo lo sbarco anglo americano di Anzio.

Il cimitero è il secondo per grandezza fra quelli realizzati in Italia dal Volksbund Deutscher Kriegsgräberfürsorge e.V., ente privato sovvenzionato dallo Stato Tedesco e dai propri membri per la cura e manutenzione dei cimiteri militari all'estero, dopo quello della Futa nel comune di Firenzuola in provincia di Firenze.

L'esercito degli Stati Uniti, durante gli aspri combattimenti seguiti allo sbarco di Anzio- Nettuno, costruì per i propri caduti, per quelli alleati e per icaduti nemici, un grande cimitero nei pressi di Nettuno[4]. Nel 1946,il cimitero di Nettuno venne destinato ad accogliere le spoglie deisoli caduti statunitensi. Per i caduti germanici venne scelta, nel dicembre 1946, un'area nel comune di Pomezia offerta gratuitamente dallo Stato Italiano.

 
Cimitero Monumentale Tedesco - Veduta
Cimitero Monumentale Tedesco - Veduta

All'inizio del 1947, 2.740 caduti germanici, su ordine del Servizio sepolcrale americano, furono traslati dal cimitero militare di Nettuno a quello di Pomezia poiché il luogo si prestava maggiormente alla sistemazione definitiva dei caduti.

Altre 3.751 salme di caduti germanici vennero esumate, con l'appoggio del Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti di Guerra Italiano, dai campi di battaglia della testa di ponte di Anzio - Nettuno e quindi inumate nel cimitero militare di Pomezia. Successivamente, negli anni dal 1948 al 1955, il Volksbund Deutscher Kriegsgräberfürsorge e.V., tumulò ulteriori 10.704 caduti germanici provenienti dai teatri di guerra delle province di Roma, Latina, Salerno, Avellino, Frosinone, L'Aquila, Chieti, Siena e Pistoia.

Con l'accordo stipulato nel 1955 fra l'Italia e la Repubblica Federale di Germania, approvato successivamente con la legge n° 80 del 12 agosto 1957, per la sistemazione definitiva delle salme dei soldati tedeschi caduti in guerra in territorio italico, lo Stato Italiano forniva gratuitamente e in uso perpetuo le aree da destinare a cimiteri di guerra.

 
Cimitero Monumentale Tedesco - Monumento
Cimitero Monumentale Tedesco - Monumento

Quindi, il 22 dicembre 1955, vennero tumulati ulteriori caduti germanici provenienti dalle province di Ancona, Arezzo, Ascoli Piceno,Grosseto, Latina, Livorno, Macerata, Napoli, Perugia, Pesaro, Rieti,Roma, Siena, Terni, Viterbo e Reggio Calabria.

Complessivamente sono 27.443 i caduti germanici che hanno trovato nel Cimitero Militare Germanico di Pomezia la loro ultima dimora, lontana dalla Terra natale, tra questi sono 3.770 i caduti dicui non conosciamo il nome.

I lavori d'ampliamento esistemazione dell'area cimiteriale, che hanno impegnato il VolksbundDeutscher Kriegsgräberfürsorge e.V. dalla metà alla fine degli annicinquanta, si sono conclusi con l'inaugurazione del Sacrario avvenutail 6 Maggio 1960.

Adiacente all'area destinata al parcheggio riservato ai visitatori in prossimità della Via Pontina c'è l'ufficio amministrativo cimiteriale. Mediante un sentiero in salita si raggiunge, tra il verde degli alberi, l'ingresso dell'area cimiteriale vera e propria circondata da un austero muro in pietra. L'area, che si estende per 10 ettari, è suddivisa in 20 riquadri di tappeto erboso su cui si elevano croci in porfido chiaro.

Una stradina rettilinea porta dall'edificio d'ingresso, tra i blocchi di sepolture, al monumento commemorativo eretto sopra la fossa comune che accoglie le spoglie di 770 caduti. Il monumento è costituito da quattro possenti pilastri in pietra che sorreggono la copertura piana, a baldacchino, rivestita nell'intradosso di mosaici. Al suo interno il gruppo scultoreo, opera dell'artista tedesco "Schmoll Eisenwerth", funge anche da sostegno centrale della copertura e rappresenta quattro grandi figure di soldati e familiari dolenti.

L'area cimiteriale, circondata da gruppi di pini, è suddivisa in 20 blocchi di sepolture e le tombe, scavate nella nuda terra, sono contraddistinte da semplici croci in pietra.

 

Il Cimitero Militare Germanico di Pomezia è aperto tutti i giorni nei seguenti orari:
 
■orario estivo dalle 08.00 alle 18.00
 
■ orario invernale dalle 08.00 alle 16.00
 
Per informazioni è possibile contattare il numero 06/91604156



COMUNE DI POMEZIA
Piazza Indipendenza, 8 - 00071 Pomezia RM
P.I. 01040151001 - C.F. 02298490588
Tel. 06 911461 - Fax 06 91146529 - protocollo@pec.comune.pomezia.rm.it