1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Il Comune

Comune di Pomezia

Pomezia è un comune della provincia di Roma il cui nome deriva da un'antica città latina e volsca: Suessa Pometia. Ma riconnesso all'immagine della dea romana Pomona, presente anche attualmente nello stemma del comune, significa anche "città dei pomi" e al tempo stesso rispondeva all'esigenza fascista di creare un uomo antiurbano, antioperaio e idealmente più vicino alla terra e al mondo agricolo. Pomezia, situata nell'Agro romano- pontino, nasce infatti a seguito della bonifica della palude pontina messa in atto dal governo fascista di Benito Mussolini con la legge del 1928 di "Bonifica Integrale".
Dopo la nascita di Littoria (oggi Latina), Sabaudia, Pontinia, Aprilia e altri piccoli centri rurali comunemente definiti borghi, il 25 aprile del 1938 il duce, dinnanzi a circa 20.000 persone, pose la "prima pietra" della nuova città, benedetta dal parroco di Pratica di Mare Monsignor Trovalusci. Il 29 ottobre del 1939 fu così inaugurata la città di Pomezia, l'ultima costruita e la più vicina a Roma e ai Castelli Romani e progettata come centro a vocazione agricola. Nel dopoguerra, grazie anche alla sua vicinanza con Roma, divenne progressivamente un importante centro industriale del Lazio.
 
Comune di Pomezia
Piazza Indipendenza, 1 

 

STEMMA CIVICO

Descrizione araldica dello stemma comunale:
D'azzuro alla bordura d'oro, al busto di giovanetta rurale di carnagione, vestita di verde, con fazzoletto rosso sul capo annodato alla nuca, ed una cesta d'oro, sistemata sulla testa ricolma di spighe e di frutta al naturale.
 
Caratteristiche:
I colori dello stemma,  rosso e blu, riprendono il colore della terra su cui sorge e il colore del mare su cui si affaccia.

 
 

ALBO DEI SINDACI

 


COMUNE DI POMEZIA
Piazza Indipendenza, 8 - 00071 Pomezia RM
P.I. 01040151001 - C.F. 02298490588
Tel. 06 911461 - Fax 06 91146529 - protocollo@pec.comune.pomezia.rm.it