1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Affidamento Familiare

 
Genitori che passeggiano con i figli sulla battigia

L' affidamento familiare è un intervento di aiuto e sostegno che si attua per sopperire alle difficoltà di un bambino e della sua famiglia che, temporaneamente, non è in grado di occuparsi completamente delle sue necessità affettive, accuditive ed educative.

L'affidamento è caratterizzato dal mantenimento dei rapporti con la famiglia d'origine e dal rientro del minore nella propria famiglia d'origine.

L'affidamento è consensuale nel caso sia condiviso e approvato dai genitori o giudiziale nel caso sia disposto dell'Autorità Giudiziaria.

L'affidamento si ottiene su richiesta della famiglia naturale ai servizi socio-assitenziali territoriali di residenza e/o su proposta dei servizi stessi o in seguito a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

La durata dell'affidamento è temporanea (da alcuni mesi fino a un massimo di due anni come disposto dalla legge). Essa viene definita, di volta in volta, nell'ambito dell'accordo tra i servizi socio-assistenziali, la famiglia naturale e quella affidataria e/o stabilita dal provvedimento dell'Autorità Giudiziaria.

L'affidamento può cessare quando la situazione di temporanea difficoltà viene risolta dalla famiglia, da sola e/o con l'aiuto dei servizi, oppure in tutti quei casi in cui la sua prosecuzione rechi pregiudizio al minore.
 
La durata dell'affidamento è temporanea (da alcuni mesi fino a un massimo di due anni come disposto dalla legge). Essa viene definita, di volta in volta, nell'ambito dell'accordo tra i servizi socio-assistenziali, la famiglia naturale e quella affidataria e/o stabilita dal provvedimento dell'Autorità Giudiziaria.

L'affidamento può cessare quando la situazione di temporanea difficoltà viene risolta dalla famiglia, da sola e/o con l'aiuto dei servizi, oppure in tutti quei casi in cui la sua prosecuzione rechi pregiudizio al minore.

 
Contributo per famiglie affidatarie
 
Può essere richiesto a seguito di decreto di affidamento di un minore ad una famiglia da parte del Tribunale dei Minori di Roma o del Giudice tutelare del Tribunale Ordinario. La domanda va presentata in carta semplice con allegato lo stesso decreto di affidamento.


La sede del Polo Affido distrettuale (comprendente i comuni di Ardea, Pomezia, Anzio, Nettuno) si trova ad Ardea.
 

 
Contatti
Indirizzo:
Ardea, via Lavinia 15
Tel.:
06/913800716
Orario:
aperta il giovedì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00


COMUNE DI POMEZIA
Piazza Indipendenza, 8 - 00071 Pomezia RM
P.I. 01040151001 - C.F. 02298490588
Tel. 06 911461 - Fax 06 91146529 - protocollo@pec.comune.pomezia.rm.it