1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Fughe di Gas

 

Le alluvioni sono fenomeni calamitosi dovuti a intense e prolungate precipitazioni che determinano lo straripamento di un fiume o di un corso d’acqua minore.

Il gas metano rappresenta la maggior fonte di pericolo d’incendio in casa, perché una volta miscelato con l’ossigeno presente nell’aria può accendersi in presenza anche di una piccola sorgente di calore.

In condizioni particolari può addirittura esplodere e causare gravi danni alla casa e a quelle circostanti.

SE SENTI ODORE DI GAS E SEI IN CASA:

  • mantieni la calma e chiudi il contatore del gas o il rubinetto;
  • non accendere e non spegnere luci, non suonare campanelli o attivare impianti elettrici;
  • non usare fiammiferi, accendini, candele per non provocare fiamme o scintille;
  • apri tutte le finestre per ventilare il locale ed allontanati chiudendo la porta.
  • se l’odore è forte e persistente: esci di casa;
  • quando sei all’aperto contatta il 115 Vigili del Fuoco;
  • se puoi, stacca la luce da un quadro che si trovi lontano dal luogo ove si sente l’odore di gas;
  • rientra solo quando sei sicuro che la fuga di gas è cessata e solo se sono stati effettuati controlli dalle autorità competenti;
  • segui le indicazioni fornite dalle forze dell’ordine e dalle competenti autorità.
 

Nei casi in cui non si è certi del corretto funzionamento dell’impianto occorre, prima di riavviarlo, richiedere una verifica da parte di personale abilitato.

L’altro pericolo legato all’utilizzo del gas metano è dato dalla produzione di ossido di carbonio (CO) liberato da apparecchi difettosi; il CO è un gas inodore, incolore e tossico che può essere letale anche in piccole concentrazioni. E’ un prodotto della combustione che si diffonde nell’ambiente se questa avviene in un locale insufficientemente areato, o per il cattivo funzionamento del sistema di scarico dei fumi.
I sintomi di avvelenamento da ossido di carbonio sono mal di testa (88% dei casi), vertigini (83%) e nausea (75%) ma anche debolezza, difficoltà respiratoria o vomito, quindi collasso e perdita di conoscenza.



COMUNE DI POMEZIA
Piazza Indipendenza, 8 - 00071 Pomezia RM
P.I. 01040151001 - C.F. 02298490588
Tel. 06 911461 - Fax 06 91146529 - protocollo@pec.comune.pomezia.rm.it