1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina
CITTADINANZA ATTIVA

CITTADINANZA ATTIVA

Prendersi cura della propria Città, del proprio quartiere, di uno spazio verde, di un edificio, di un progetto culturale e sociale. La cittadinanza attiva è questo: singoli cittadini, associazioni e imprese che collaborano con il Comune per rendere migliore Pomezia, per lo sviluppo culturale, la tutela ambientale e la crescita sociale della comunità.

E' una scommessa sul presente e per il futuro. Prenderci cura dei luoghi in cui viviamo, lavoriamo, in cui crescono i nostri figli è un atto di responsabilità e di amore verso la nostra Città.
La qualità dei beni comuni che attraversiamo, frequentiamo, promuoviamo, sperimentiamo dipende da noi. Un cittadino attivo è un cittadino responsabile che, con le sue azioni, sente propria la Città e si rende partecipe dello stato di benessere dell'intera comunità. Una Città più bella e curata rende i cittadini più felici. Sono certo che Pomezia vincerà questa scommessa.
Il Sindaco
Fabio Fucci

 
 
 
 

CHE COSA è LA CITTADINANZA ATTIVA
La cittadinanza attiva è partecipazione delle cittadine e dei cittadini, singoli o in formazione sociale, alla vita della comunità. Il Consiglio comunale di Pomezia ha deliberato il 24 febbraio 2015 il Regolamento per la cura e valorizzazione dei beni comuni urbani e la tutela e sostegno alle forme di cittadinanza attiva.
Un Regolamento che disciplina le forme di collaborazione dei cittadini con l'Amministrazione per la cura e la valorizzazione dei beni comuni, tramite interventi intesi come concreta manifestazione della partecipazione alla vita della Città.

 

 
 

COME SI DIVENTA CITTADINO ATTIVO

 

Il cittadino attivo si impegna a realizzare interventi di cura e valorizzazione dei beni comuni, mediante l'attività volontaria e gratuita a servizio del bene comune, stipulando un Patto di Collaborazione con il Comune di Pomezia, attraverso:
■presentazione di una proposta di collaborazione formulata in risposta  ad un avviso pubblico;
■ adesione ai moduli predefiniti;
■ presentazione al Comune di una proposta di collaborazione spontanea negli ambiti previsti dal Regolamento.

 

 
 

AMBITI DI INTERVENTO

 

Spazi ed edifici pubblici
■ Cura occasionale: tinteggiatura, verniciatura, pulizia di aree e spazi pubblici verdi e non, cura del verde, riparazioni, installazioni arredi... 
■ Cura costante e continuativa con impegno di durata: adotta l'aiuola, il giardino, l'aula, il marciapiede davanti casa...
■ Gestione condivisa: attuazione di tutte le attività indicate nel patto che garantiscono la fruizione pubblica del bene...

 

Innovazione sociale
Progetti innovativi per dare risposte a bisogni sociali inediti nei seguenti ambiti:
■ sviluppo di attività e progetti a carattere culturale, ambientale, sportivo, turistico, economico e sociale;
■ nascita di cooperative, imprese sociali, start-up a vocazione sociale.

 

Promozione della creativita'urbana
Riqualificazione delle aree urbane o singoli beni mediante:
■ interventi di promozione della creatività, delle arti, della formazione e della sperimentazione artistica;
■ utilizzo temporaneo di spazi e immobili di proprietà comunale;
■ le attività giovanili.

 

 

IL COMUNE FORNISCE
Il Comune fornisce: i dispositivi di protezione individuale (ad esempio: guanti, mascherine, caschetti, ecc.) necessari per lo svolgimento delle attività e, nei limiti delle risorse disponibili, i beni strumentali ed i materiali di consumo (vernici, pennelli, terriccio, rastrelli, ecc.).

 

 

 

 

 

NORMATIVA
■ Art. 118 della Costituzione Italiana : "Stato, Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l'autonoma iniziativa dei cittadini, singoli ed associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà";
Regolamento per la cura e valorizzazione dei beni comuni urbani e la tutela e sostegno alle forme di cittadinanza attiva, approvato dal Comune di Pomezia con deliberazione di Consiglio Comunale n. 10 del 24 febbraio 2015.

 

 

IL PROGETTO LABSUS
Il progetto di LABSUS, Laboratorio per la sussidiarietà, si basa su un'idea molto semplice, cioè che "le persone sono portatrici non solo di bisogni ma anche di capacità e che è possibile che queste capacità siano messe a disposizione della comunità per
contribuire a dare soluzione, insieme con le amministrazioni pubbliche, ai problemi di interesse generale". (Tratto da www.labsus.org)

 


COMUNE DI POMEZIA
Piazza Indipendenza, 1 - 00071 Pomezia RM
P.I. 01040151001 - C.F. 02298490588
Tel. 06 911461 - Fax 06 91146529 - protocollo@pec.comune.pomezia.rm.it