1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

SAN SEBASTIANO - Patrono della Polizia Locale

Immagine di San Sebastiano Patrono Polizia Locale
Immagine di San Sebastiano Patrono Polizia Locale

San Sebastiano, terzo patrono di Roma e difensore della Chiesa, a Roma, godeva della fiducia dell'Imperatore ed ebbe l'opportunità di frequentare le famiglie dell'aristocrazia romana presso le quali svolse un'efficace ed instancabile azione di sostegno e conforto dei cristiani carcerati o condannati a morte.
 
Fra le numerose e prodigiose conversioni compiute da Sebastiano sono da ricordare quelle del Prefetto di Roma, di illustri magistrati ed ufficiali dell'esercito. Scoperto mentre è intento a dare sepoltura ai Quattro Coronati (I Santi Claudio, Nicostrato, Castoro e Simproniano), Sebastiano fu chiamato in giudizio e, dopo un processo sommario, fu condannato a morte mediante il supplizio delle frecce. Durante la notte, i cristiani che si recarono nel campo per recuperare la salma e darvi sepoltura, si accorsero con stupore che Sebastiano era ancora vivo, e riacquistò miracolosamente la salute, dopo le cure di una nobile romana. Appena di nuovo in forze, per testimoniare la propria fede, Sebastiano si recò nel tempio di Ercole dove l'Imperatore Diocleziano stava officiando un rito pubblico. Tratto in arresto, fu condotto all'Ippodromo del Palatino ed ucciso a bastonate in una delle forme più umilianti di pena capitale, usata solo per gli schiavi.
 
San Sebastiano ebbe nell'antichità nel Medio Evo fino al XVI secolo, un culto grandissimo in molte località del mondo occidentale che prevalentemente ne celebrano la festività il 20 Gennaio, giorno del martirio. A Roma, il 12 Maggio 1957, venne organizzato il Raduno Nazionale dei Vigili Urbani, ricevuti, poi, da S.S. Pio XII. Fu in quella occasione che il Papa proclamò il Martire cristiano San Sebastiano, con le storiche e commuoventi parole "per essere stato custode di tutti i preposti all'ordine pubblico che in Italia sono chiamati Vigili Urbani".


 


COMUNE DI POMEZIA
Piazza Indipendenza, 8 - 00071 Pomezia RM
P.I. 01040151001 - C.F. 02298490588
Tel. 06 911461 - Fax 06 91146529 - protocollo@pec.comune.pomezia.rm.it