1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Cos'è il Bullismo

 
 

Per bullismo si intendono tutte quelle azioni di sistematica prevaricazione e sopruso messe in atto da parte di un bambino/adolescente, definito “bullo” (o da parte di un gruppo), nei confronti di un altro bambino/adolescente, percepito come più debole, la “vittima”.

 

Aspetti del bullismo

 

COME: Il bullo agisce con l’intenzione e lo scopo preciso di offendere l’altro, di causargli danni o disagi.
QUANDO: Gli episodi si ripetono nel tempo e si presentano spesso.PERCHE’: Esiste una disuguaglianza di forza e di potere, per cui uno dei due nella relazione sembra prevaricare mentre l’altro subisce, senza
riuscire a difendersi.

 

Forme di bullismo

 

BULLISMO DIRETTO: E’ costituito da comportamenti aggressivi e prepotenti più visibili e può essere agito in forma sia fisica che verbale.
BULLISMO INDIRETTO: E’ costituito da comportamenti aggressivi e prepotenti meno visibili, ma dannosi per la vittima sul piano psicologico

 

Attori del fenomeno del bullismo

 
 

Le prepotenze vengono fatte e subite sia da maschi che da femmine e sia singolarmente che in gruppo.

 

Come difendersi

 
  • Dillo a qualcuno e chiedi aiuto. Non tenere per te quello che accade.
  • Fai sapere al bullo che ti sta infastidendo e chiedigli di smettere
  • Contatta la Polizia se le molestie continuano
  • Mantieniti calmo e non rispondere alle provocazioni


COMUNE DI POMEZIA
Piazza Indipendenza, 8 - 00071 Pomezia RM
P.I. 01040151001 - C.F. 02298490588
Tel. 06 911461 - Fax 06 91146529 - protocollo@pec.comune.pomezia.rm.it