1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
testata per la stampa della pagina

Accreditamento Asili Nido Pubblici e Privati ubicati nel Comune di Pomezia

 

Il comune di Nettuno, in qualità di Comune capofila del Sovrambito RM 6.4 e RM 6.6, in attuazione alla DGR n. 903/17 che istituisce il Sistema di Accreditamento Regionale dei Nidi d’Infanzia ed approvazione del medesimo regolamento, intende procedere alla raccolta delle istanze di accreditamento regionale dei nidi d’Infanzia a titolarità pubblica e privata ubicati nei territori del Sovrambito RM 6.4 e 6.6.
Il Sistema di Accreditamento Regionale dei Nidi d'Infanzia, istituito con DGR n. 903/2017, ha la finalità di promuovere lo sviluppo e il miglioramento qualitativo del sistema dei Servizi educativi per la prima infanzia.

 

Destinatari

Sono destinatari del Sistema di Accreditamento tutti i nidi d’infanzia, a titolarità pubblica e privata, autorizzati all’accoglienza di bambini in età compresa fra 3 mesi e 36 mesi, secondo quanto disposto dalla normativa vigente in materia.

 
  1. I soggetti privati, titolari di nidi d’infanzia hanno la facoltà di richiedere per i propri servizi l’accreditamento, anche contestualmente all’Autorizzazione al Funzionamento. A questo scopo, si sottopongono alla verifica di ulteriori requisiti previsti e, in caso di esito favorevole, acquisiscono lo status di servizi accreditati.
  2. I soggetti pubblici, titolari dei nidi d’infanzia sono tenuti a garantire nei propri servizi i requisiti per l’accreditamento così come stabilito dalla DGR 903/2017.

Requisiti per l'accreditamento

Ai fini dell’Accreditamento, i nidi d’ infanzia che intendono presentare istanza di domanda devono possedere i requisiti di cui alla DGR 903/2017, articolo 4:

1.Possedere l’autorizzazione al funzionamento, rilasciata da Comune territorialmente competente, adeguata e/o aggiornata a quanto previsto dalla L.R n. 59/1980, modificata, dall’ articolo 1 comma 19 della L.R. n. 12/2011;
Qualora l’ Autorizzazione al Funzionamento, rilasciata dal Comune territorialmente competente, facente parte del sovrambito RM 6.64. e RM 6.6, non sia adeguata e/o aggiornata alle ultime normative in vigore alla data di presentazione dell’istanza, secondo la L.R. n. 59/1980 così modificata all’ articolo 1, comma 19, della L.R. n. 12 del 28 agosto 2011, i nidi saranno accreditati “ CON RISERVA” e avranno l’obbligo di adeguarsi entro e non oltre 2 anni dalla data di rilascio dell’accreditamento eventualmente concesso, pena la decadenza dell’ accreditamento e l’impossibilità di ottenere un nuovo accreditamento per l’anno successivo.
Si evidenzia, inoltre, che, a decorrere dall’esercizio finanziario 2019, il contributo regionale per la gestione degli asili nido di cui alla L.R. n. 59/1980, sarà riconosciuto unicamente agli asili nido, pubblici e/o privati convenzionati, che abbiano ottenuto l’Accreditamento presso la Regione Lazio.

2. Provvedere e garantire il diritto di accesso universale senza alcuna forma di discriminazione e garantire accoglienza ai a bambini disabili o in condizione di disagio psico-fisico e socio culturale, anche attraverso forme specifiche di collaborazione tra i nidi d’infanzia e servizi socio-sanitari presenti nel Comune dove è situato il servizio;

3. Disporre della figura di un Coordinatore Pedagogico, sulla base di quanto stabilito dalla L.R. n. 59/1980, con almeno due anni di esperienza nell’ambito dei servizi educativi per l’infanzia. Tale figura può operare eventualmente a livello intercomunale, di Distretto socio sanitario, di ambito o anche in forma di consulenza esterna. Il Coordinatore Pedagogico può svolgere le sue funzioni per più nidi con un minimo di 6 ore/settimanali per nido.


4.  Adottare uno specifico Sistema Qualità redatto secondo le Linee Guida regionali allegate al presente avviso composto da:

- Progetto Pedagogico ed Educativo, contenente le finalità e la programmazione delle attività educative;
- Progetto Organizzativo modulato secondo la tipologia e dimensionamento della struttura, attuo ad assicurare lo svolgimento del servizio in conformità alla normativa Regionale e Comunale di riferimento;
- Carta dei Servizi al fine di garantire la trasparenza e la qualità dei servizi offerti e la tutela degli utenti;
- Strumenti e Metodologie di Valutazione del Servizio, utili alla definizione e al monitoraggio di un piano di miglioramento della qualità;

5. Garantire la formazione del personale in servizio per almeno 10 ore annue;
6. Disporre relazione delle modalità di preparazione e somministrazione dei pasti completa delle tabelle dietetiche con l’indicazione degli allergeni;
7. Garantire il rispetto dei Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro di settore;
8. Autorizzare la pubblicazione dei dati ai fini statistici sul portale S.I.R.S.E Lazio, assolvere all’impegno dell’aggiornamento annuale dei dati richiesti a seguito del rilascio dell’Accreditamento Regionale.

 

Modalità di presentazione della domanda

L’istanza di Accreditamento dell’ asilo nido deve essere presentata a pena di esclusione:


1. Nel caso di nidi d’infanzia a titolarità privata, il legale rappresentante del soggetto titolare privato del nido d’infanzia richiedente l’accreditamento, ovvero, dal Legale rappresentante della società mandataria, in caso di consorzi o raggruppamento temporaneo di impresa, è tenuto a presentare l’istanza al Comune nel cui territorio ha sede il servizio, secondo il Modulo “A” ed i relativi allegati.

2. Nel caso di nidi d’infanzia a titolarità pubblica, il responsabile del servizio è tenuto a presentarel’istanza direttamente alla CTP (Commissione Tecnica Permanente) istituita presso cui a sede il Sovrambito RM 6.4 e 6.6. secondo il Modulo “B” ed i relativi allegati.

L’istanza redatta secondo l’apposito modello, allegato al presente avviso, deve contenere:

1. Dati identificativi del legale rappresentante titolare del nido d’ infanzia; il quale dovrà allegare alla presente istanza di accreditamento una dichiarazione di attestazione, resa ai sensi dell’art 45 e 46 del D.P.R n 445/2000, firmata ed accompagnata da una copia del documento di riconoscimento in corso di validità attestante i seguenti punti:
- dichiarazione di avere la disponibilità dell’ immobile per un periodo non inferiore alla durata dell’ Accreditamento, ovvero per una durata inferiore o pari alla disponibilità dell’ immobile con minimo di 1 ( uno ) anno educativo.
- Assenza di procedimenti penali in corso, o non essere stato condannato con sentenza penale passata in giudicato
- Possesso di tutti i requisiti di cui all’ articolo 4 comma1, allegano, altresì i seguenti documenti:

a) Copia del contratto di lavoro/incarico professionale e curriculum vitae del Coordinatore pedagogico, con indicazione della struttura presso la quale viene impiegato e delle ore ad esso dedicate;
b) Progetto Pedagogico ed Educativo, Progetto Organizzativo, Strumenti e Metodologie di Valutazione del Servizio;
c) Relazione descrittiva.

2. I dati identificativi del nido d’infanzia per il quale si presenta l’istanza di Accreditamento.
La domanda di iscrizione, redatta secondo il modello allegato, va consegnata a mano o spedita a mezzo raccomandata A/R, o mezzo pec :

- in caso di nidi d’infanzia a titolarità pubblica dovrà inviata all’Ufficio Protocollo del Comune di Nettuno Via G. Matteotti, 37 – 00048 Nettuno (RM). La stessa domanda completa della documentazione sarà indirizzata dal Referente del Comune di appartenenza dell’asilo nido alla CTP di Sovrambito istituita presso il Comune di Nettuno, e riportante la dicitura: “ISTANZA DI ACCREDITAMENTO DEGLI ASILI NIDO PUBBLICI E PRIVATI UBICATI NEI TERRITORI DI NETTUNO- ANZIO- ARDEA- POMEZIA SORAMBITO RM 6.6 e RM 6.4 ”;

- in caso di nidi d’infanzia a titolarità privata all’Ufficio Protocollo del Comune in cui territorio ha sede il servizio. Alla domanda di iscrizione al Registro, con l’indicazione del mittente e riportante la dicitura: “ISTANZA DI ACCREDITAMENTO DEGLI ASILI NIDO PUBBLICI E PRIVATI UBICATI NEI TERRITORI DI NETTUNO- ANZIO- ARDEA- POMEZIA SORAMBITO RM 6.6 e RM 6.4.”.
Nella prima fase di attuazione le domande dovrannopervenire entro e non oltre le ore 12:00 del 22 marzo 2019, successivamente potranno essere sempre inoltrate considerando che l’aggiornamento del registro avverrà con cadenza annuale entro il 30 giugno di ciascun anno a decorrere dall’anno successivo alla sua costituzione.

L’Avviso Pubblico per l’Accreditamento di ogni servizio educativo avrà cadenza triennale e gli eventuali provvedimenti di Accreditamento avranno durata non superiore ai tre anni e comunque fino alla pubblicazione del nuovo Avviso di Accreditamento.

 

Informazioni e chiarimenti

Eventuali chiarimenti possono essere richiesti ai seguenti indirizzi entro e non oltre le ore 12:00 del terzo giorno lavorativo prima della scadenza:

protocollo@pec.comune.pomezia.rm.it tel. 0691146490

Si procederà a rispondere ai quesiti a mezzo pec. Le risposte scritte ai quesiti di valenza generale saranno pubblicate sul sito del Comune di Nettuno nella sezione Trasparenza-Avvisi e Bandi di gara, ai fini di garantire trasparenza e adeguata pubblicità.
I soggetti che intendono partecipare alla presente procedura potranno visionare i siti dei Comune appartenenti al Sovrambito RM 6.4 e 6.6. fino al giorno prima della scadenza del termine per la presentazione delle domande e delle proposte progettuali per eventuali

 


COMUNE DI POMEZIA
Piazza Indipendenza, 8 - 00071 Pomezia RM
P.I. 01040151001 - C.F. 02298490588
Tel. 06 911461 - Fax 06 91146529 - protocollo@pec.comune.pomezia.rm.it